Coppa Ticino: Livi-Chinchio portano il Rancate agli Ottavi. Ora c’è il Castello

L’ “improv­vi­so” cam­bio di pro­gram­ma non ha fer­ma­to il Ran­ca­te di Nico­la Padu­la. Ini­zial­men­te, i nero­ver­di dove­va­no con­fron­tar­si con l’A­gno nel recu­pe­ro di Ter­za Lega, ma il rin­vio del­la sfi­da ha fat­to sì che i momò recu­pe­ras­se­ro l’al­tra par­ti­ta da dispu­ta­re: i sedi­ce­si­mi di fina­le di Cop­pa Tici­no in casa del­l’A­ro­sio di mister Luca Gianinazzi.

La supe­rio­ri­tà tec­ni­ca del­le due squa­dre è sta­ta in par­te annul­la­ta da un cam­po al limi­te del pra­ti­ca­bi­le che ha com­pli­ca­to la vita più del pre­vi­sto al Ran­ca­te, che è riu­sci­to comun­que a strap­pa­re il pass per gli Otta­vi di fina­le dove ora lo atten­de il Castel­lo di Ame­deo Stefani.

Il Ran­ca­te è pas­sa­to con il risul­ta­to di 2–3 gra­zie alla dop­piet­ta di Livi e alla rete di Chinchio.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: