SL: Lugano atteso a Thun. Jacobacci: “Non guardo la classifica”

Il Luga­no di Mau­ri­zio Jaco­bac­ci ha anco­ra tan­to da dire. La pau­sa Nazio­na­li ha per­mes­so all’al­le­na­to­re bian­co­ne­ro di lavo­ra­re sui con­cet­ti a lui più cari pre­pa­ran­do l’im­por­tan­tis­si­ma tra­sfer­ta in casa del Thun. Una tra­sfer­ta che può allon­ta­na­re i tici­ne­si dal­le zone peri­co­lo­se del­la clas­si­fi­ca.

Tra il Thun fana­li­no di coda e il Luga­no bal­la­no solo quat­tro pun­ti. Tan­to basta per evi­den­zia­re come la posta in palio doma­ni sia di vita­le impor­tan­za. Ma Jaco­bac­ci la clas­si­fi­ca non vuo­le guar­dar­la. “Io – ha det­to in con­fe­ren­za stam­pa – mi sono pre­fis­sa­to di vin­ce­re tut­te le par­ti­te che ci aspet­ta­no in cam­pio­na­to sen­za guar­da­re la clas­si­fi­ca. Ho un bel grup­po a dispo­si­zio­ne: cer­co di incul­ca­re un cal­cio pro­po­si­ti­vo per­ché è nel mio carat­te­re. Fin quan­do l’av­ver­sa­rio non ci dice che è più for­te in cam­po cer­che­re­mo sem­pre di attac­ca­re. Dob­bia­mo cre­de­re nel­le nostre qua­li­tà”.

E tra le qua­li­tà su cui sta lavo­ran­do l’ex tec­ni­co del Bel­lin­zo­na vi è quel­la di eli­mi­na­re il fra­seg­gio in fase difen­si­va. “A tut­ti pia­ce gio­ca­re la pal­la in zona 1 – come vie­ne chia­ma­ta in ger­go –, ma biso­gna anche sape­re quan­do diven­ta rischio­so. Pre­fe­ri­sco che i miei spaz­zi­no una pal­la di più in tri­bu­na che pren­der­si dei rischi. Fa par­te del cal­cio”.

A Thun non ci sarà anco­ra l’in­for­tu­na­to capi­tan Sab­bat­ti­ni. “Man­ca a noi come man­che­reb­be a tut­te le squa­dre. Dispia­ce aver­lo per­so subi­to per­ché è un gio­ca­to­re con un’in­tel­li­gen­za tat­ti­ca mol­to impor­tan­te”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: