La 2LI ai Raggi X: Taverne, l’evidente crescita e la mano di Meroni

Si con­clu­de oggi la pri­ma ana­li­si del­la 2LI ai Rag­gi X. È il tur­no dell’AC Taver­ne tar­ga­to Damia­no Mero­ni, che ha con­clu­so la pri­ma par­te di sta­gio­ne al quin­to posto con un solo pun­to di ritar­do dall’Ibach che pre­ce­de le aqui­le gial­lo­ne­re. 22 sono i pun­ti fin qui con­qui­sta­ti dagli uomi­ni di Mero­ni, figli di set­te vittorie,un pareg­gio e sei scon­fit­te.

Quel­lo ormai giun­to in con­clu­sio­ne d’andata – va det­to – è sta­to un giro­ne più d’ambientamento per il Taver­ne, che in esta­te ha cam­bia­to parec­chio: dall’allenatore ai gio­ca­to­ri. I tici­ne­si han­no quin­di dovu­to affron­ta­re la clas­si­ca fase di asse­sta­men­to pri­ma di poter­si espri­me­re al meglio sul ret­tan­go­lo ver­de. Ma la pazien­za e la per­se­ve­ran­za di un tec­ni­co esper­to e pre­pa­ra­to come Mero­ni han­no avu­to ragio­ne: quel­lo che si è visto da metà anda­ta in poi è sta­to un gran bel Taver­ne.

Dopo il ter­zo posto otte­nu­to la pas­sa­ta sta­gio­ne, esse­re in cor­sa anco­ra per il podio al giro di boa non è roba da tut­ti i gior­ni. Cer­to, il bot­ti­no sareb­be potu­to esse­re più cospi­cuo, così come il bilan­cio nei tre der­by tici­ne­si in cui la ban­da di Mero­ni è sem­pre usci­ta scon­fit­ta. Miglio­re pote­va esse­re anche il ren­di­men­to lon­ta­no dal sin­te­ti­co di Taver­ne. Ma non tut­to è da but­ta­re. Nien­te affat­to, per­ché – tra­la­scian­do un risul­ta­to bef­far­do – il Taver­ne se l’è gio­ca­ta alla pari sul cam­po del Men­dri­sio e la set­ti­ma­na dopo si è impo­sta con un sec­co 3–0 ai dan­ni del­la coraz­za­ta Rot­kreuz.

Il Taver­ne ha tro­va­to in Dusan Cvek­to­vic un vero e pro­prio pila­stro difen­si­vo. Il difen­so­re ex Chias­so e Men­dri­sio ha spo­sa­to la cau­sa del club del pre­si­den­te Burà quest’estate dopo la genia­le intui­zio­ne del ds Anto­ni­ni. Risul­ta­to? Cvek­to­vic è l’unica “aqui­la” ad aver dispu­ta­to tut­ti i 90’ (1350 tota­li) in tut­te le 15 par­ti­te sin qui dispu­ta­te. Dal ren­di­men­to alto anche Lucas Inguim­bert, altro pez­zo da novan­ta arri­va­to in esta­te. L’attaccante clas­se 1994 ex Ver­gia­te­se è il miglior mar­ca­to­re del Taver­ne fino­ra con 4 gol in 9 par­ti­te. In nume­ri: un gol ogni 175’.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: