L’Alfabeto di Laborsport: R come…Ravecchia, una bella realtà

L’odierna pun­ta­ta dell’Alfabeto di Labor­sport è dedi­ca­ta alla let­te­ra R. R come…Ravecchia. Il club sopra­ce­ne­ri­no pro­se­gue nel per­cor­so di con­so­li­da­men­to in Ter­za Lega, cate­go­ria con­qui­sta­ta con la pro­mo­zio­ne nell’annata 2015–2016 con il secon­do posto nel Grup­po 2 di Quar­ta Lega con un solo pun­to di ritar­do dal­la capo­li­sta e con Anto­nel­lo Ciac­cio (pre­si­den­te) in panchina.

In que­sti tre anni e mez­zo, il Ravec­chia ha dimo­stra­to di saper­ci sta­re in Ter­za Lega. Ecco­me. I due quar­ti posti nel­le ulti­me due sta­gio­ni ne sono la pro­va tan­gi­bi­le. Meri­to di un pre­si­den­te dal­la pas­sio­ne scon­fi­na­ta e di una socie­tà che sta rac­co­glien­do quan­to di buo­no semi­na­to nel cor­so degli anni.

In que­sta pri­ma par­te di sta­gio­ne, il Ravec­chia non è riu­sci­to a tene­re il rit­mo del­le pri­me del­la clas­se, ma tant’è. Non che l’obiettivo sta­gio­na­le fos­se fini­re il cam­pio­na­to in cima a tut­te, anzi. Ma il cam­bio d’allenatore in esta­te (Casa­rot­ti per Bel­lan­ca ndr) ha impo­sto un logi­co perio­do di asse­sta­men­to in dina­mi­che e auto­ma­ti­smi tat­ti­ci. A que­sto si sono aggiun­ti alcu­ni infor­tu­ni che han­no pri­va­to del Ravec­chia di cer­ti suoi pez­zi pregiati.

Ma è leci­to aspet­tar­si qual­co­sa in più da un orga­ni­co che van­ta “gio­ca­to­ri con un pas­sa­to impor­tan­te”?, per cita­re le paro­le del tec­ni­co. Sì, qual­co­si­na sì. Al net­to dei 14 pun­ti con cui han­no chiu­so l’andata (una par­ti­ta in meno) – l’anno scor­so era­no 25 –, il Ravec­chia pos­sie­de tut­te le car­te per miglio­ra­re anco­ra il pro­prio rendimento…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: