Rancate, parola al ‘pres’ Vanini: “Lotteremo fino alla fine. Padula è nel posto giusto”

Lean­dro Vani­ni è un pre­si­den­te sere­no e feli­ce. Il suo Ran­ca­te duel­la con le gran­di del Grup­po 1 di Ter­za Lega con 29 pun­ti – quat­tro in meno del­le “fan­ta­sti­che tre” – figli di nove vit­to­rie, due pareg­gi e altret­tan­te scon­fit­te. I nero­ver­di han­no aper­to in esta­te un ciclo con il gio­va­ne Nico­la Padu­la al timo­ne e si sono assi­cu­ra­ti tan­ti inne­sti di qua­li­tà per un cam­pio­na­to da protagonisti.

“Al mio Ran­ca­te – ci spie­ga Vani­ni – do un 5+. Mi aspet­ta­vo un ini­zio così pro­met­ten­te e dicia­mo che il posto occu­pa­to in clas­si­fi­ca è in linea con le mie aspet­ta­ti­ve. La nostra è una buo­na squadra”.

“Voglia di migliorarsi”

Il ‘pres’ del Ran­ca­te par­la anche del suo alle­na­to­re, già avu­to in pas­sa­to come cal­cia­to­re. “Nico­la è un otti­mo alle­na­to­re. Nono­stan­te la sua gio­va­ne età sta svol­gen­do un lavo­ro eccel­len­te. È un mister che ha tan­ta pas­sio­ne e voglia di miglio­rar­si. Il suo è un poten­zia­le impor­tan­te. Cre­do che Ran­ca­te per lui sia il posto giu­sto per fare espe­rien­za e cre­sce­re come uomo e alle­na­to­re. Il suo voto? Un bel cin­que e mezzo”.

“Lotteremo fino alla fine”

Vani­ni ha le idee chia­re. “Noi – con­ti­nua – voglia­mo dispu­ta­re un cam­pio­na­to da pro­ta­go­ni­sti e non da copri­ma­ri. Agno e Col­li­na sono mol­to più attrez­za­te rispet­to a noi, ma il gap si sta ridu­cen­do. Non dimen­ti­chia­mo l’eccezionale cam­pio­na­to del Ligor­net­to che meri­ta di con­di­vi­de­re la vet­ta con le altre due. Noi, comun­que, lot­te­re­mo fino alla fine”.

Mercato chiuso e il ritorno di Ghellere

Il tifo­so nume­ro uno del Ran­ca­te par­la anche di mer­ca­to. “Abbia­mo poten­zia­to l’attacco e con il rien­tro di Ghel­le­re dato mag­gio­re soli­di­tà alla dife­sa. Cen­tro­cam­po e por­tie­ri sono già a regime”.

40esimo, che ricordi

Abbia­mo chie­sto a Vani­ni se ha dei ricor­di par­ti­co­la­ri da quan­do diri­ge la squa­dra del suo pae­se. “Dal pun­to di vista dei risul­ta­ti non ser­bo dei bei ricor­di (una retro­ces­sio­ne dal­la Secon­da alla Ter­za ndr), ma ricor­do con pia­ce­re i festeg­gia­men­ti del 40esimo (2015). In quell’anno il Ran­ca­te sal­vò il posto in 2L e festeg­giam­mo degna­men­te l’anniversario con tut­ta la popo­la­zio­ne di Ran­ca­te e del­la Mon­ta­gna. In quel­l’oc­ca­sio­ne ebbi l’op­por­tu­ni­tà uni­ca di cono­sce­re mol­te per­so­ne che par­te­ci­pa­ro­no alla vita del club duran­te i pri­mi 40 anni di vita”.

Tre aggettivi

Tre agget­ti­vi per descri­ve­re il Ran­ca­te? “Tena­ce, orgo­glio­so e ambizioso”

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: