Taverne, il jolly difensivo arriva dalla D: tutto fatto per Bonanni

Lo sport, lo sap­pia­mo, è un ser­ba­to­io infi­ni­to di sogni e spe­ran­ze. Di rivin­ci­te e di ven­det­te. Anche la bre­ve car­rie­ra di Clau­dio Bonan­ni non fa ecce­zio­ne. Cre­sciu­to nel Milan, dopo aver dato i pri­mi cal­ci al pal­lo­ne con l“U.S. Bosto, il 22enne vare­si­no di ado­zio­ne sarà a dispo­si­zio­ne di Damia­no Mero­ni per la secon­da fase del tor­neo di secon­da inter.

Un movi­men­to deci­sa­men­te impor­tan­te quel­lo mes­so a segno da Man­fre­da e Anto­nio­li che per­met­te­rà al tec­ni­co momo’ dei gial­lo­ne­ri di ave­re a dispo­si­zio­ne un auten­ti­co joker. Bonan­ni, clas­se 97, ha vin­to il “Via­reg­gio” in ros­so­ne­ro pri­ma di incap­pa­re in un per­cor­so a buche con Pavia, Vare­se, Cara­te­se e nel­la mas­si­ma serie alba­ne­se con il FC Kam­za. Rien­tra­to in Ita­lia, ha gio­ca­to in Serie D con la Castel­lan­ze­se la pri­ma par­te del cam­pio­na­to che ha visto i nero­ver­di distri­car­si con ono­re in un cam­pio­na­to dif­fi­ci­le come quel­lo del­la quar­ta serie italiana.

Ter­zi­no, cen­tra­le di dife­sa o di metà cam­po, Bonan­ni è un gio­ca­to­re dina­mi­co che come pochi ama le due fasi e che non dia­de­gna di anda­re a con­clu­de­re anche in vir­tù di una spic­ca­ta carat­te­ri­sti­ca di rifi­ni­to­re. Com­ple­ta­te le pro­ce­du­re di tra­sfe­ri­men­to, il gio­ca­to­re sarà a dispo­si­zio­ne a par­ti­re dal­la ripre­sa degli alle­na­men­ti, fis­sa­ta per il 29 gennaio.

*Foto Aldo Massarutto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: