Coronavirus e calcio, l’ASF: “Al momento si procede step by step”

Comu­ni­ca­to ASF:

Al momen­to l’Ufficio fede­ra­le del­la sani­tà pub­bli­ca (UFSP) e la Con­fe­ren­za sviz­ze­ra del­le diret­tri­ci e dei diret­to­ri del­la sani­tà (CDS) ela­bo­ra­no del­le rac­co­man­da­zio­ni uni­for­mi, vale­vo­li per tut­ta la Sviz­ze­ra, per le mani­fe­sta­zio­ni con meno di 1’000 per­so­ne.

L’Associazione Sviz­ze­ra di Foot­ball (ASF) si aspet­ta una solu­zio­ne sen­za la neces­si­tà di dover rice­ve­re un’autorizzazione dal­le auto­ri­tà per ogni par­ti­ta. Ciò per­met­te­reb­be all’ASF, alla Pri­ma Lega ed alla Lega Ama­to­ri di poter rico­min­cia­re le rispet­ti­ve com­pe­ti­zio­ni sen­za alte­ra­zio­ni.

Fin­ché que­ste rac­co­man­da­zio­ni non entre­ran­no in vigo­re, si deve effet­tua­re, a secon­da del Can­to­ne, per ogni par­ti­ta con meno di 1’000 per­so­ne una valu­ta­zio­ne dei rischi con le auto­ri­tà di com­pe­ten­za.

Lo svol­gi­men­to degli alle­na­men­ti rima­ne nel­la respon­sa­bi­li­tà del­le sin­go­le socie­tà. L’ASF infor­me­rà nuo­va­men­te a riguar­do del­le pros­si­me par­ti­te di cam­pio­na­to non appe­na le rac­co­man­da­zio­ni dell’UFSP e del CDS saran­no emes­se.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: