Coronavirus: tanti contagiati tra gli atleti nel mondo, lo sport si ferma

Il Coronavirus si sta ormai espandendo senza risparmiare nessuno e lo sport si sta man mano bloccando in tutto il mondo. Per quanto riguarda il calcio, ad oggi, la Serie A, la Ligue 1, la Premier League e la Liga spagnola hanno sospeso ogni partita e anche la UEFA ha bloccato Champions ed Europa League.

Anche in Germania, il calcio si è fermato. La Bundesliga, che inizialmente intendeva fare giocare tutte le partite del prossimo week end a porte chiuse, ha optato per il buonsenso e ha deciso di fermare tutte le competizioni.

Il virus, dicevamo, non risparmia nessuno: tanti gli sportivi trovati positivi negli ultimi giorni. In Serie A, il primo caso di Coronavirus è stato il difensore della Juventus Daniele Rugani, seguito dalla positività dell’attaccante della Sampdoria Manolo Gabbiadini. In Premier League sono state confermate le positività del tecnico dell’Arsenal Mikel Arteta e del giovane attaccante del Chelsea Hudson-Odoi. Inoltre, il Leicester ha confermato l’auto-isolamento di tre propri giocatori che presentavano sintomi del virus.

In Germania, ad ora, si contano tre casi di contagio, due nell’Hannover 96 (Hubers, Horn) e uno nel Norimberga (Nürnberger), entrambe compagini di Zweite Bundesliga, il secondo campionato tedesco.

Anche il mondo del basket è stato colpito dal virus, con la lega più famosa e importante del mondo, la NBA, costretta a sospendere per almeno i prossimi 30 giorni tutte le partite. Due giocatori degli Utah Jazz, il francese Rudy Gobert e lo statunitense Donovan Mitchell sono stati trovati positivi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: