FSFS, il bilancio dei Mondiali. Terracciano: “Il risultato finale non ci premia”

L’ot­to­bre scor­so ve ne ave­va­mo par­la­to. Tra ulti­mi col­pi di coda del­l’e­sta­te e un inver­no anco­ra incer­to dal pun­to di vista meteo­ro­lo­gi­co, la C‑13 del­la Fede­ra­zio­ne Sviz­ze­ra Foot­ball Sala sta­va per par­ti­re per i Mon­dia­li C‑13 in Spa­gna, dove ha affron­ta­to nel giro­ne Para­guay, Colom­bia e Regno Uni­to.

A distan­za di qual­che mese dal­l’in­di­men­ti­ca­bi­le espe­rien­za, abbia­mo inter­vi­sta­to il CT Mat­teo Ter­rac­cia­no.

Mister, come sono anda­ti allo­ra i Mon­dia­li?

“Sono anda­ti bene, con­si­de­ran­do che si trat­ta­va del­la pri­ma espe­rien­za inter­na­zio­na­le per me e i miei ragaz­zi. Sia­mo arri­va­ti undi­ce­si­mi”.

Qua­li aspet­ti può rite­ne­re posi­ti­vi e qua­li nega­ti­vi?

“Par­tia­mo da quel­li posi­ti­vi: sia­mo riu­sci­ti a con­fron­tar­ci con tan­ti Nazio­na­le e in alcu­ni casi a vin­ce­re: abbia­mo bat­tu­to la Sele­zio­ne Colom­bia­na che a fine mon­dia­le si è clas­si­fi­ca­ta ter­za, abbia­mo vin­to anche con­tro Nazio­ni che han­no pal­ma­res e una sto­ria inter­na­zio­na­le mol­to più ric­ca del­la nostra. Per quan­to riguar­da quel­li nega­ti­vi, anche se pen­so non ce ne sia­no sta­ti, l’u­ni­ca cosa che mi ram­ma­ri­ca è sta­to il risul­ta­to fina­le che non ci ren­de meri­to”.

Cosa vi por­ta­te a casa da que­st’e­spe­rien­za?

“Dob­bia­mo cre­de­re in que­sto sport per­ché abbia­mo tut­te le car­te in rego­la per sta­re nei pia­ni alti del­le clas­si­fi­che euro­pee e mon­dia­li”.

Qua­le il pros­si­mo obiet­ti­vo?

“Il pros­si­mo obiet­ti­vo sareb­be sta­to il mon­dia­le C‑15 a luglio in Para­guay, ma visto le pro­ble­ma­ti­che mon­dia­li lega­te al Covid-19 è sta­to annul­la­to. Pec­ca­to, sareb­be sta­ta un occa­sio­ne anco­ra più gran­de per i ragaz­zi anda­re in Suda­me­ri­ca dove è nato que­sto bel­lis­si­mo sport e capi­re cosa è vera­men­te”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: