Il Consiglio Federale: “L’8 giugno (forse) i professionisti tornano a giocare”

Il Con­si­glio fede­ra­le allen­ta le misu­re con­tro la dif­fu­sio­ne del coro­na­vi­rus anche nel­lo sport. A par­ti­re dall’11 mag­gio 2020, gli alle­na­men­ti saran­no di nuo­vo pos­si­bi­li a con­di­zio­ne di appli­ca­re pia­ni di pro­te­zio­ne e pre­scri­zio­ni d’igiene. Que­sto vale sia per lo sport di mas­sa e di pun­ta, che per gli sport indi­vi­dua­li e di squa­dra. È quan­to deci­so dal Con­si­glio fede­ra­le nel­la sua sedu­ta del 29 apri­le 2020.

Per gli sviz­ze­ri lo sport e il movi­men­to sono atti­vi­tà impor­tan­ti duran­te il tem­po libe­ro. Cir­ca l’80% del­la popo­la­zio­ne sviz­ze­ra dai 15 anni in su pra­ti­ca sport rego­lar­men­te. Oltre 2 milio­ni di per­so­ne sono atti­ve in una socie­tà spor­ti­va e cir­ca 100 000 posti di lavo­ro dipen­do­no diret­ta­men­te o indi­ret­ta­men­te dal­lo sport. Per il Con­si­glio fede­ra­le è fon­da­men­ta­le che lo sport e l’esercizio fisi­co, qua­li com­po­nen­ti impor­tan­ti del­la salu­te fisi­ca e men­ta­le del­la popo­la­zio­ne, sia­no nuo­va­men­te auto­riz­za­ti in tem­pi bre­vi e con il minor nume­ro pos­si­bi­le di restri­zio­ni. Que­sto vale sia per lo sport di mas­sa sia per gli spor­ti­vi di pun­ta, che rica­va­no il pro­prio sosten­ta­men­to total­men­te o par­zial­men­te dal­lo sport.

Alle­na­men­ti di nuo­vo auto­riz­za­ti

Nel­lo sport, le fasi di allen­ta­men­to si appli­ca­no a par­ti­re dall’11 mag­gio e sono sog­get­te a chia­re diret­ti­ve. Nel­lo sport di mas­sa gli alle­na­men­ti pos­so­no ripren­de­re in tut­te le disci­pli­ne spor­ti­ve e altre atti­vi­tà. Al riguar­do val­go­no le seguen­ti restri­zio­ni: l’attività spor­ti­va può esse­re svol­ta solo in pic­co­li grup­pi di 5 per­so­ne al mas­si­mo, sen­za con­tat­to fisi­co e nel rispet­to del­le rego­le d’igiene e di distan­zia­men­to.

Nel­lo sport di pun­ta vigo­no mino­ri restri­zio­ni per gli alle­na­men­ti. In par­ti­co­la­re gli alle­na­men­ti pos­so­no anche svol­ger­si con più di 5 per­so­ne. Que­sto vale, ad esem­pio, per le atle­te e gli atle­ti che fan­no par­te dei qua­dri nazio­na­li o per gli sport di squa­dra nell’ambito di cam­pio­na­ti pre­va­len­te­men­te pro­fes­sio­ni­sti­ci. Pia­ni di pro­te­zio­ne espli­ci­ti con seve­re pre­scri­zio­ni d’igiene ridur­ran­no al mini­mo i rischi di tra­smis­sio­ne.

Pre­scri­zio­ni d’igiene e pia­ni di pro­te­zio­ne del­le fede­ra­zio­ni spor­ti­ve

In linea di prin­ci­pio, l’allentamento è con­sen­ti­to solo se la rispet­ti­va fede­ra­zio­ne spor­ti­va pre­sen­ta un pia­no di pro­te­zio­ne det­ta­glia­to che mostri come la disci­pli­na spor­ti­va pos­sa esse­re pra­ti­ca­ta in modo che il rischio di un’infezione riman­ga mini­mo. Le diret­ti­ve qua­dro ela­bo­ra­te dall’Ufficio fede­ra­le del­lo sport e dall’Ufficio fede­ra­le del­la sani­tà pub­bli­ca in col­la­bo­ra­zio­ne con i Comu­ni e i Can­to­ni non­ché con i rap­pre­sen­tan­ti di Swiss Olym­pic e del­le leghe ser­vo­no da ausi­lio. In caso di doman­de, le asso­cia­zio­ni e i club regio­na­li pos­so­no con­tat­ta­re la rispet­ti­va asso­cia­zio­ne man­tel­lo.

Ripre­sa del­le par­ti­te pre­vi­sta a par­ti­re dall’8 giu­gno

Le com­pe­ti­zio­ni con­ti­nua­no a non esse­re auto­riz­za­te. Tut­ta­via il Con­si­glio fede­ra­le inten­de auto­riz­za­re la ripre­sa del­le par­ti­te a por­te chiu­se nel­le leghe con cam­pio­na­ti pre­va­len­te­men­te pro­fes­sio­ni­sti­ci a par­ti­re dall’8 giu­gno 2020. Il Con­si­glio fede­ra­le deci­de­rà al riguar­do pre­su­mi­bil­men­te il 27 mag­gio, in base all’evoluzione epi­de­mio­lo­gi­ca.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: