Accadde oggi: Gambarogno in finale di Coppa, i saluti di Scandola e Donghi

Il cal­cio è fer­mo e non c’è miglior momen­to per tuf­far­ci nel pas­sa­to e risco­pri­re alcu­ni momen­ti salien­ti del nostro cal­cio. Il 15 mag­gio 2018, due anni fa, Andrea Scan­do­la (attua­le DG del Mila­no City) lascia­va il Novaz­za­no con una toc­can­te let­te­ra di rin­gra­zia­men­to sui social. Un anno fa, inve­ce, Patrick Don­ghi lasciò il Val­le­mag­gia dopo aver­lo con­dot­to a una sal­vez­za tran­quil­la. Sem­pre il 15 mag­gio 2019, il Gam­ba­ro­gno-Con­to­ne di Tazio Pesche­ra scon­fis­se il Vedeg­gio nel­la semi­fi­na­le di Cop­pa Tici­no aggiu­di­can­do­si il posto nel­la fina­lis­si­ma, poi vin­ta e par­te del­lo sto­ri­co ‘tri­ple­te’ ros­so­ne­ro.

Novaz­za­no, lascia Scan­do­la: la let­te­ra di salu­to sui social

Andrea Scan­do­la, diri­gen­te sto­ri­co degli ulti­mi anni del Novaz­za­no in accop­pia­ta con Man­to­va­ni, lascia il soda­li­zio gial­lo­blù. Lo ha fat­to con i suoi modi, sem­pre gen­ti­li e paca­ti di una per­so­na a modo che ha sapu­to far­si voler bene da Novaz­za­no e non solo.

Lo ha fat­to pub­bli­can­do una let­te­ra sul­la pagi­na Face­book dei momò, che vi ripor­tia­mo di segui­to per este­so:

“La mia non è una let­te­ra d’ad­dio, ma una let­te­ra per dire gra­zie a tut­te le per­so­ne che han­no per­cor­so con me pas­so dopo pas­so e chi in par­te que­sti 4 anni di cre­sci­ta, di emo­zio­ni, di cal­cio e di pas­sio­ne.

Voglio rin­gra­zia­re gli alle­na­to­ri e le per­so­ne che han­no fat­to par­te degli staff in que­sti anni con cui ho lavo­ra­to, ognu­no di loro mi ha inse­gna­to qual­co­sa, rin­gra­zio in par­ti­co­la­re Arde­ma­gni per­ché oltre a esse­re un gran­de alle­na­to­re ed un ami­co con lui ho vin­to da gio­ca­to­re un cam­pio­na­to di ter­za lega e insie­me sia­mo riu­sci­ti a vin­ce­re il cam­pio­na­to dell anno scor­so quan­do poche per­so­ne cre­de­va­no in que­sto pic­co­lo mira­co­lo, un gra­zie anche a mister Mero­ni con cui sto viven­do la pri­ma sta­gio­ne sto­ri­ca di que­sta squa­dra in secon­da inter­re­gio­na­le, una per­so­na vera, di cal­cio, pre­pa­ra­ta che meri­te­reb­be di alle­na­re sicu­ra­men­te in cate­go­rie supe­rio­ri.

Gra­zie a tut­ti i gio­ca­to­ri che han­no cre­du­to nel­le mie paro­le e nel pro­get­to Novaz­za­no.
Gra­zie a tut­to il comi­ta­to, a Davi­de Rez­zo­ni­co una per­so­na immen­sa e a tut­te le per­so­ne con cui ho con­di­vi­so una gran­de pas­sio­ne e un amo­re per que­sti colo­ri.
Abbia­mo dimo­stra­to che serie­tà, pas­sio­ne, dedi­zio­ne, com­pe­ten­za, pro­gram­ma­zio­ne nel cal­cio sono mol­to più impor­tan­ti di altre com­po­nen­ti.
Gra­zie alla fami­glia Man­to­va­ni che mi ha sem­pre volu­to bene e spe­ro che con­ti­nui a voler­me­ne anche se ho deci­so di cer­ca­re un altra stra­da un’al­tra sfi­da per­so­na­le e lavo­ra­ti­va, ma gra­zie soprat­tut­to a Chri­stian, una per­so­na spe­cia­le per me, un fra­tel­lo mag­gio­re, un ami­co e tan­to altro che quan­do ave­vo solo 26 anni ha cre­du­to in me. Gra­zie Chri­stian, gra­zie per tut­to, devo tan­to a te, spe­ria­mo di rag­giun­ge­re assie­me anco­ra due obbiet­ti­vi impor­tan­ti ma uno in par­ti­co­la­re a cui tenia­mo entram­bi che sareb­be il coro­na­men­to di un lavo­ro impor­tan­te fat­to insie­me.

Ci ten­go a toglier­mi qual­che sas­so­li­no, per­ché non è sta­to tut­to così sem­pli­ce in que­sti anni, “rin­gra­zio” tut­te quel­le per­so­ne che mi han­no dato quel­le moti­va­zio­ni in più scre­di­tan­do il Novaz­za­no, pen­san­do che non si potes­se sal­va­re in secon­da ed in segui­to che non sarem­mo riu­sci­ti a vin­cer­la. Gra­zie anche a quel­li che pen­sa­va­no non avrem­mo rag­giun­to 10 pun­ti que­sta sta­gio­ne.

Non è faci­le scri­ve­re tut­to ciò e rea­liz­za­re che le nostre stra­de si stan­no divi­den­do,
Solo chi mi cono­sce, chi sa tut­to il lavo­ro che è sta­to fat­to in que­sti anni, chi ha vis­su­to cer­ti momen­ti sa quan­to può esse­re dif­fi­ci­le esse­re arri­va­ti a que­sta deci­sio­ne per me, non so anco­ra dove andrò e cosa farò ma sicu­ra­men­te so che il mio sogno è quel­lo pri­ma o poi un gior­no di tor­na­re a dare il mio con­tri­bu­to a que­sta socie­tà che è sta­ta una secon­da fami­glia.

Gra­zie ASN, gra­zie pic­co­la gran­de fami­glia
For­za Nova!”

Andrea Scan­do­la

Cop­pa Tici­no: Gam­ba­ro­gno in fina­le

È il Gam­ba­ro­gno di Tazio Pesche­ra la pri­ma fina­li­sta di Cop­pa Tici­no del­la cor­ren­te edi­zio­ne. I ros­so­ne­ri han­no supe­ra­to per 2–0 il Vedeg­gio di Rober­to Gat­ti al ter­mi­ne di un’av­vin­cen­te par­ti­ta dispu­ta­ta a buo­ni rit­mi da entram­be le for­ma­zio­ni in cam­po.

Ma è il Vedeg­gio a par­ti­re subi­to bene con Saler­ni – il miglio­re dei suoi — che al 5′ col­pi­sce il palo. Sem­pre l’ex Men­dri­sio si gua­da­gna un cal­cio di rigo­re al 23′ con Minot­ti (ammo­ni­to) usci­to per infor­tu­nio. Dal­la pan­chi­na entra Mar­ti­no­li che da fred­do neu­tra­liz­za la mas­si­ma puni­zio­ne a Fota­pi­mo.

Il Gam­ba­ro­gno tro­va il van­tag­gio a fine pri­mo tem­po con Natiel­lo, abi­le a tra­fig­ge­re Capel­let­ti con un pre­ci­so dia­go­na­le. Nel­la ripre­sa, la for­ma­zio­ne di Pesche­ra scen­de in cam­po sen­za pro­va­re a offen­de­re trop­po, ma limi­tan­do­si a gesti­re il pun­teg­gio. Gli ospi­ti, meno bril­lan­ti rispet­to ai pri­mi 45′, pro­va­no fre­quen­te­men­te a sca­val­ca­re il cen­tro­cam­po avver­sa­rio con dei lan­ci lun­ghi che non dan­no i risul­ta­ti spe­ra­ti.

Al 70′ i padro­ni rad­dop­pia­no: ai ros­so­ne­ri vie­ne accor­da­to un cal­cio di rigo­re. Capel­let­ti para, ma la respin­ta fini­sce sul­le gam­be del rigo­ri­sta che fa il 2–0 e con­se­gna defi­ni­ti­va­men­te il bigliet­to per la fina­le al Gam­ba­ro­gno.

Ful­mi­ne a ciel sere­no: Don­ghi lascia il Val­le­mag­gia

Ful­mi­ne a ciel sere­no in casa Val­le­mag­gia. Patrick Don­ghi non è più l’allenatore del­la for­ma­zio­ne che tan­to bene ha fat­to in que­sto cam­pio­na­to di Secon­da Lega. Come ripor­ta­to da Chalcio.com, il con­dot­tie­ro del Val­le­mag­gia ha deci­so di fare un pas­so indie­tro dopo un con­fron­to con la socie­tà e il pre­si­den­te Sar­to­ri. Tran­quil­lo in clas­si­fi­ca, il Val­le­mag­gia sarà gui­da­to dal tan­dem Poz­zi-Caval­li per il rush fina­le di cam­pio­na­to.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: