Balerna, qué pasa? Il gruppo storico fa le valigie

Quello attuale è un periodo di timori e incertezze. Lo è per la salute pubblica in primis, per l’economia e per i posti di lavoro al secondo posto e lo è anche per il calcio regionale. Con i campionati annullati ad aprile, tutti i club regionali si stanno – chi velocemente e chi meno – tuffando alla prossima stagione. Una stagione, per alcuni club, difficile da programmare per svariati motivi (non solo economici).

Tra tante incertezze, una regna sovrana: a Balerna qualcosa sta cambiando. Forse – azzardiamo – più di qualcosa. Stando a nostre informazioni, il club momò potrebbe perdere gran parte del gruppo storico. Parliamo di giocatori ‘esperti’ – non vecchi come qualcuno vuole etichettare –. Parliamo di giocatori ancora in grado di rivelarsi decisivi nell’arco dei 90’.

L’addio di Sacha Piccioli – reso ufficiale dal giocatore – sarebbe solo la prima di una lunga serie di partenze tra le fila neroblù che verranno, probabilmente, rese ufficiali nei prossimi giorni. Alla base di tutto – ci risulta – ci sarebbero alcune divergenze di vedute con la società, rimasta però spiazzata dall’effetto domino nello spogliatoio dopo aver messo alla porta alcuni dei punti cardini del cementato gruppo momò.

Le indiscrezioni che filtrano dalle parti del Comunale parlano di un’intenzione del Balerna di voler puntare tanto sui giovani prodotti delle giovanili del Chiasso senza volergli affiancare giocatori esperti in grado (anche) di poter garantire una crescita misurata a un campionato intenso e di livello come quello della Seconda Lega.

(RV)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: