Balerna, qué pasa? Il gruppo storico fa le valigie

Quel­lo attua­le è un perio­do di timo­ri e incer­tez­ze. Lo è per la salu­te pub­bli­ca in pri­mis, per l’economia e per i posti di lavo­ro al secon­do posto e lo è anche per il cal­cio regio­na­le. Con i cam­pio­na­ti annul­la­ti ad apri­le, tut­ti i club regio­na­li si stan­no – chi velo­ce­men­te e chi meno – tuf­fan­do alla pros­si­ma sta­gio­ne. Una sta­gio­ne, per alcu­ni club, dif­fi­ci­le da pro­gram­ma­re per sva­ria­ti moti­vi (non solo eco­no­mi­ci).

Tra tan­te incer­tez­ze, una regna sovra­na: a Baler­na qual­co­sa sta cam­bian­do. For­se – azzar­dia­mo – più di qual­co­sa. Stan­do a nostre infor­ma­zio­ni, il club momò potreb­be per­de­re gran par­te del grup­po sto­ri­co. Par­lia­mo di gio­ca­to­ri ‘esper­ti’ – non vec­chi come qual­cu­no vuo­le eti­chet­ta­re –. Par­lia­mo di gio­ca­to­ri anco­ra in gra­do di rive­lar­si deci­si­vi nell’arco dei 90’.

L’addio di Sacha Pic­cio­li – reso uffi­cia­le dal gio­ca­to­re – sareb­be solo la pri­ma di una lun­ga serie di par­ten­ze tra le fila nero­blù che ver­ran­no, pro­ba­bil­men­te, rese uffi­cia­li nei pros­si­mi gior­ni. Alla base di tut­to – ci risul­ta – ci sareb­be­ro alcu­ne diver­gen­ze di vedu­te con la socie­tà, rima­sta però spiaz­za­ta dall’effetto domi­no nel­lo spo­glia­to­io dopo aver mes­so alla por­ta alcu­ni dei pun­ti car­di­ni del cemen­ta­to grup­po momò.

Le indi­scre­zio­ni che fil­tra­no dal­le par­ti del Comu­na­le par­la­no di un’intenzione del Baler­na di voler pun­ta­re tan­to sui gio­va­ni pro­dot­ti del­le gio­va­ni­li del Chias­so sen­za voler­gli affian­ca­re gio­ca­to­ri esper­ti in gra­do (anche) di poter garan­ti­re una cre­sci­ta misu­ra­ta a un cam­pio­na­to inten­so e di livel­lo come quel­lo del­la Secon­da Lega.

(RV)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: