Le bordate di Bentancur: “Bignotti incompetente. Il Chiasso deve fare pulizia”

Arti­co­lo e inter­vi­sta da ilmiochiasso.ch

 Signor Ben­tan­court c’è vera­men­te sta­ta una trat­ta­ti­va? Come mai si è inte­res­sa­to al Chias­so?

“Qual­che set­ti­ma­na fa sono sta­to chia­ma­to da Nico­la Bignot­ti il qua­le mi chie­de­va se voles­si dare una mano al club ros­so­blu. Le inten­zio­ni era­no che io des­si una mano dal lato spor­ti­vo e poi cer­can­do di tro­va­re dei pos­si­bi­li inve­sti­to­ri da por­ta­re al Riva IV.”

E lei cos’ha rispo­sto a Bignot­ti?

“Ho accet­ta­to con gran­de entu­sia­smo, tro­van­do inol­tre anche una per­so­na mol­to inte­res­sa­ta e soprat­tut­to entu­sia­sta dell’opportunità di inve­sti­re nel cal­cio sviz­ze­ro; un uomo con già espe­rien­za alle spal­le per aver avu­to club di cal­cio euro­pei.”

Ma qual­co­sa evi­den­te­men­te è anda­to stor­to..

“Io in pri­ma per­so­na ero feli­ce di poter col­la­bo­ra­re con il Chias­so per­chè si trat­ta di una piaz­za che ha tut­te le car­te in rego­la per gio­car­si dei cam­pio­na­ti tran­quil­li. Sono con­vin­to che i tifo­si ros­so­blu meri­ti­no di meglio che non sal­var­si all’ul­ti­ma gior­na­ta. Poi fare peg­gio di quest’anno è impos­si­bi­le.”

Ma per­ché il matri­mo­nio non si è mate­ria­liz­za­to?

“La per­so­na inte­res­sa­ta a rile­va­re il club ha visto i bilan­ci e ha rinun­cia­to. A tal pro­po­si­to era sta­to chie­sto a Bignot­ti di fir­ma­re un docu­men­to dove lo stes­so Bignot­ti dichia­ra­va che i bilan­ci fos­se­ro di fat­to com­ple­ti e nel qua­le si fos­se assun­to la respon­sa­bi­li­tà in caso con­tra­rio. Non solo non l’ha volu­to sot­to­scri­ve­re (e ad oggi non l’ha sot­to­scrit­to) ma ha acce­le­ra­to affin­ché cam­bias­se­ro nomi e ruo­li a regi­stro di com­mer­cio.“

Un’accusa seria la sua..

“Bignot­ti è un incom­pe­ten­te e ha sper­pe­ra­to (e sper­pe­ra tutt’ora) sol­di impor­tan­ti con con­trat­ti assur­di nel set­to­re ammi­ni­stra­ti­vo del club para­go­na­bi­li a squa­dre di Cham­pions Lea­gue ma con introi­ti da Pri­ma Lega. Cer­te cifre sono sbi­lan­cia­te in suo favo­re per­so­na­le. La gestio­ne spor­ti­va di Bignot­ti poi par­la da sola: due piaz­za­men­ti da otta­vo posto, un penul­ti­mo posto con­qui­sta­to lo scor­so anno e una sta­gio­ne fal­li­men­ta­re come quel­la attua­le dove il Chias­so arran­ca e si tro­va ad oggi a 7 pun­ti dal­la quo­ta sal­vez­za.
Cam­bia in media due alle­na­to­ri a sta­gio­ne, sin­to­mo di una man­can­za tota­le di pro­get­tua­li­tà e una visio­ne che va di sei mesi in sei mesi.“

Nel­le sue paro­le tra­spa­re arrab­bia­tu­ra e dispia­ce­re..

“Sì. Per­ché ero vera­men­te entu­sia­sta ma fino a quan­do non si farà una puli­zia a livel­lo socie­ta­rio, il Chias­so con que­sta situa­zio­ne ammi­ni­stra­ti­va e con­ta­bi­le non lo vor­rà pren­de­re nes­su­no ed è pec­ca­to. Sono dispia­ciu­to anche per la pro­prie­tà attua­le che ha sem­pre ono­ra­to pun­tual­men­te gli impe­gni pre­si.
Ero feli­ce per la piaz­za; por­ta­vo per­so­ne pro­fes­sio­ni­ste e com­pe­ten­ti, ma biso­gna fare una puli­zia a livel­lo ammi­ni­stra­ti­vo. I più paga­ti devo­no esse­re i cal­cia­to­ri, non come avvie­ne ades­so quel­li che stan­no die­tro una scri­va­nia che tra l’al­tro in car­rie­ra non han­no mai vin­to nul­la.”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: