Accadde oggi: 200 reti per Renato Santillo

Un anno fa, il 27 mag­gio 2019, Rena­to San­til­lo rea­liz­za­va la rete nume­ro 200 in car­rie­ra cele­bran­do­le con una maglia e una dedi­ca spe­cia­le.

Que­sto l’ar­ti­co­lo di Laborsport.com data­to 27 mag­gio 2019:

Foto @danielekley

200. In let­te­re: due­cen­to. In mate­ma­ti­ca: 100 x2 o come pre­fe­ri­te. La sostan­za non cam­bia. In ter­mi­ni cal­ci­sti­ci: una valan­ga. Sono le reti che Rena­to San­til­lo ha appe­na rea­liz­za­to in car­rie­ra. Un tra­guar­do impor­tan­te, impor­tan­tis­si­mo, che pro­iet­ta l’attaccante dell’AS Castel­lo nel­la sto­ria del cal­cio tici­ne­se.

Con­tro il Rapid Luga­no, San­til­lo ha fat­to “200 da Re..Nato”, come reci­ta­va la magliet­ta cele­bra­ti­va che gio­ca­va sul nome e le qua­li­tà di San­til­lo. Ha fat­to 200 sul cam­po di “casa sua”, quel Cor­na­re­do che “per ven­ti­no­ve anni era la pri­ma cosa che guar­da­vo dal­la fine­stra”, abi­tan­do la fami­glia San­til­lo in fac­cia a Cor­na­re­do.

Cor­na­re­do, il suo Cor­na­re­do, ieri non ha tra­di­to San­til­lo e San­til­lo non ha tra­di­to i tan­ti ami­ci accor­si per poter dare il via alla festa. “Nem­me­no – dice a Labor­sport – a sognar­lo sarei riu­sci­to a imma­gi­na­re a una gior­na­ta così bel­la”.

“Io non mi pon­go obiet­ti­vi – con­ti­nua –. Di que­sto tra­guar­do, pro­ba­bil­men­te, me ne ren­de­rò con­to una vol­ta appe­si gli scar­pi­ni al chio­do. Ades­so voglio anda­re avan­ti a gio­ca­re e segna­re. Mi pia­ce­reb­be rima­ne­re costan­te: sono 11–12 sta­gio­ni che vado in dop­pia cifra e spe­ro di restar­ci anche ades­so che spen­go le tren­ta can­de­li­ne”.

L’attaccante del Castel­lo ci tie­ne a rin­gra­zia­re “tut­ti gli alle­na­to­ri avu­ti in pas­sa­to e l’AS Castel­lo che mi ha per­mes­so di rea­liz­za­re tut­to que­sto. Ma un gra­zie va anche det­to a chi è sem­pre pron­to a par­la­re male e dar­ti con­tro: quel­le per­so­ne sono quel­le che più mi sti­mo­la­no”.

A ren­de­re anco­ra più emo­zio­nan­te la dome­ni­ca di San­til­lo è la dedi­ca a cui va il 200esimo sigil­lo in car­rie­ra. “Lo vor­rei dedi­ca­re a mio papà, che sta com­bat­ten­do una sua bat­ta­glia impor­tan­te e ieri era allo sta­dio a veder­mi”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: