Ciak, si gioca (e ci si allena) ma a delle condizioni speciali

Anche il calcio elvetico si avvia verso la nuova normalità per quanto concerne il ritorno agli allenamenti e alle partite, nonostante un concetto di protezione pensato appositamente per garantire la ripresa in tutta sicurezza.

Le modifiche più importanti rispetto all’attuale concetto di protezione COVID-19 dell’ASF, che rimane valido fino al 5 giugno compreso, sono le seguenti:

Allenamento:

  • È possibile allenarsi di nuovo normalmente (in squadre intere, compreso l’uno contro uno, toccare la palla con le mani e le partitelle)
  • La doccia, il cambiarsi, ecc. possono essere effettuati nuovamente sul posto, a condizione che vengano rispettate le norme sulla distanza
  • Il materiale per l’allenamento può essere riutilizzato come di consueto e non deve essere disinfettato/lavato dopo ogni utilizzo

Partite:

  • Si possono di nuovo disputare partite di calcio
  • Tuttavia, oltre ai partecipanti (giocatori, arbitri; registrati tramite clubcorner.ch), tutte le persone che assistono ad una partita (staff, spettatori, ecc.) devono ora essere registrate. Questo protocollo deve essere conservato per 14 giorni (scopo tracciamento dei contatti).
  • Limitazione degli spettatori ad una persona ogni 4m2 ed un massimo di 300 persone.
  • Arrivi e partenze dagli impianti segnalati e coordinati
  • Chiunque organizzi una partita deve designare una persona responsabile per il rispetto delle direttive.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: