Chiasso al Letzigrund per sconfiggere GC e virus

Il Chias­so post Covid non rie­sce pro­prio a vin­ce­re. I ros­so­blù fati­ca­no a tro­va­re i pri­mi tre pun­ti dal­la ripre­sa, ma le con­di­zio­ni con cui si lavo­ra non ren­do­no age­vo­le la sfi­da. Oggi, Pic­cin­ni e com­pa­gni saran­no ospi­ti del GC per cer­ca­re di scon­fig­ge­re le caval­let­te e…il coro­na­vi­rus.

Sta, infat­ti, tenen­do ban­co la pole­mi­ca attor­no alla SFL di non pren­de­re prov­ve­di­men­ti dopo le posi­ti­vi­tà di alcu­ni gio­ca­to­ri dei club di Super e Chal­len­ge Lea­gue, tra cui – appun­to – anche del GC.

Il diret­to­re gene­ra­le del Chias­so Nico­la Bignot­ti ha affer­ma­to ai media che “pen­so sia oppor­tu­ni fare i tam­po­ni ai gio­ca­to­ri del Gras­shop­per per garan­ti­re la salu­te di chi scen­de in cam­po e di tut­te le per­so­ne che com­pon­go­no lo staff del FC Chias­so. Lasce­re­mo poi ad ognu­no la respon­sa­bi­li­tà di deci­de­re per la pro­pria salu­te. Ed ovvia­men­te, per ognu­no inten­do gio­ca­to­ri e staff”, ha spe­ci­fi­ca­to Bignot­ti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: