3L: Monteceneri, il ‘regista’ Borsieri e l’avvertimento alle grandi favorite

Se Mauro Borsieri (come probabile) sarà abbastanza bravo da riuscire ad oliare al meglio i meccanismi difensivi della sua squadra, anche quest’anno il Monteceneri potrà togliersi soddisfazioni importanti. Il test di ieri contro il Mendrisio ha confermato la qualità del gioco espresso da una squadra il cui punto di forza sta proprio nelle convinzioni calcistiche del proprio regista.

Squadra tosta, per nulla frettolosa nello sbarazzarsi della palla, la compagine di Rivera è stata capace di creare cinque nitide palle goal al cospetto di un Mendrisio – si privo di alcuni elementi – ma pur sempre squadra di alto livello per la categoria che dovrà frequentare. Se dalla metà in su tutto è sembrato funzionare molto bene (magari essere un po’ più “cattivi” sotto porta non guasterebbe), la difesa ha lavorato bene solo a sprazzi.

Il bicchiere mezzo pieno del reparto è senza dubbio l’aver blindato il bomber Iaconis così come in parte il promettente giovane Lago; quello mezzo vuoto è la superficialità con la quale dei banalissimi disimpegni sono diventati occasione puntualmente capitalizzata dall’avversario.

La cura dei dettagli – apparsi chiari in diretta al Mister – potrà migliorare notevolmente una buona squadra che gioca bene anche in virtù di alcune individualità che nella categoria dovrebbero distinguersi. Pur in una dimensione tutta loro, le grandi teoriche favorite del torneo sono avvisate.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: