3L: Monteceneri, il ‘regista’ Borsieri e l’avvertimento alle grandi favorite

Se Mau­ro Bor­sie­ri (come pro­ba­bi­le) sarà abba­stan­za bra­vo da riu­sci­re ad olia­re al meglio i mec­ca­ni­smi difen­si­vi del­la sua squa­dra, anche que­st’an­no il Mon­te­ce­ne­ri potrà toglier­si sod­di­sfa­zio­ni impor­tan­ti. Il test di ieri con­tro il Men­dri­sio ha con­fer­ma­to la qua­li­tà del gio­co espres­so da una squa­dra il cui pun­to di for­za sta pro­prio nel­le con­vin­zio­ni cal­ci­sti­che del pro­prio regi­sta.

Squa­dra tosta, per nul­la fret­to­lo­sa nel­lo sba­raz­zar­si del­la pal­la, la com­pa­gi­ne di Rive­ra è sta­ta capa­ce di crea­re cin­que niti­de pal­le goal al cospet­to di un Men­dri­sio — si pri­vo di alcu­ni ele­men­ti — ma pur sem­pre squa­dra di alto livel­lo per la cate­go­ria che dovrà fre­quen­ta­re. Se dal­la metà in su tut­to è sem­bra­to fun­zio­na­re mol­to bene (maga­ri esse­re un po’ più “cat­ti­vi” sot­to por­ta non gua­ste­reb­be), la dife­sa ha lavo­ra­to bene solo a spraz­zi.

Il bic­chie­re mez­zo pie­no del repar­to è sen­za dub­bio l’a­ver blin­da­to il bom­ber Iaco­nis così come in par­te il pro­met­ten­te gio­va­ne Lago; quel­lo mez­zo vuo­to è la super­fi­cia­li­tà con la qua­le dei bana­lis­si­mi disim­pe­gni sono diven­ta­ti occa­sio­ne pun­tual­men­te capi­ta­liz­za­ta dal­l’av­ver­sa­rio.

La cura dei det­ta­gli — appar­si chia­ri in diret­ta al Mister — potrà miglio­ra­re note­vol­men­te una buo­na squa­dra che gio­ca bene anche in vir­tù di alcu­ne indi­vi­dua­li­tà che nel­la cate­go­ria dovreb­be­ro distin­guer­si. Pur in una dimen­sio­ne tut­ta loro, le gran­di teo­ri­che favo­ri­te del tor­neo sono avvi­sa­te.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: