Editoriale: Il Raineri-tris la scelta più sensata

Di Ric­car­do Vas­sal­li

“Sape­vo già come sareb­be sta­to, tor­no a casa feli­ce e con­ten­to, rin­gra­zio tut­ti, chi mi ha dato la pos­si­bi­li­tà di fare la toc­ca­ta e fuga, il pre­si­den­te, il diret­to­re. Ho mol­ta tri­stez­za, da tut­ta la set­ti­ma­na. Ades­so non rie­sco a rea­liz­za­re: da doma­ni che so che non dovrò veni­re alle 7.30 a lavo­ra­re e a sen­ti­re lo spo­glia­to­io sarà peg­gio”. Così Bal­do Rai­ne­ri salu­ta­va Chias­so e i suoi tifo­si al ter­mi­ne del­la sua secon­da espe­rien­za sul­la pan­chi­na ros­so­blù in pochi mesi.

Lo salu­ta­va ingiu­sta­men­te, anche se pochi lo han­no det­to e anco­ra meno lo han­no scrit­to. Ingiu­sta­men­te per­ché il cal­cio è bastar­do, spes­so cini­co. Non cono­sce sem­pre la meri­to­cra­zia, nè valo­riz­za il lavo­ro di chi spu­ta san­gue. Lo spe­cia­li­sta del­le sal­vez­ze ha gui­da­to — quan­do è sta­to chia­ma­to in cau­sa — il Chias­so svol­gen­do un lavo­ro eccel­len­te. Lo ha fat­to pri­ma sosti­tuen­do Bep­pe Scien­za e poi tra­ghet­tan­do la squa­dra nel post Aba­scal. Risul­ta­ti? Otti­mi. Con­se­guen­za? A casa, pur con tut­ti i rin­gra­zia­men­ti del caso.

Bal­do Rai­ne­ri tor­na in pan­chi­na. Tor­na a Chias­so, per la ter­za vol­ta. Que­sta vol­ta da ini­ziò sta­gio­ne, ma non sen­za tram­bu­sti. Toc­che­rà a lui pren­de­re le redi­ni dopo la bre­vis­si­ma (un solo alle­na­men­to) espe­rien­za tar­ga­ta Car­bo­ni-Zin­chel­la. Anco­ra una vol­ta, Rai­ne­ri entra in cor­sa. Vuoi per­ché pos­sie­de il paten­ti­no, ma anco­ra di più cono­sce l’ambiente, la piaz­za, la cate­go­ria e sa far gio­ca­re un cal­cio da Chal­len­ge Lea­gue. La veri­tà è che Mister Rai­ne­ri que­sta chan­ce la meri­ta­va più di tut­ti e che dal­le par­ti del Riva IV è sta­ta la scel­ta più logi­ca e sen­sa­ta da fare.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: