Coppa Svizzera: Chiasso show. Zurigo al tappeto ed eliminato

*Arti­co­lo da ilmiochiasso.ch

Ci vor­reb­be un dizio­na­rio inte­ro per snoc­cio­la­re agget­ti­vi capa­ci di espri­me­re quan­to fat­to oggi dal Chias­so tar­ga­to Bal­do Rai­ne­ri. I ros­so­blu domi­na­no in lun­go e in lar­go la con­te­sa con­tro lo Zuri­go ed eli­mi­na­no dal­la cop­pa i tigu­ri­ni pas­san­do inden­ni lo sco­glio dei 1/16esimi di fina­le.

Ma andia­mo con ordi­ne. C’e­ra mol­ta curio­si­tà per capi­re su chi avreb­be pun­ta­to il nuo­vo alle­na­to­re ros­so­blu e su come soprat­tut­to si sareb­be­ro pre­sen­ta­ti all’ap­pun­ta­men­to Bahloul e com­pa­gni. Lo sta­dio, com­pli­ce le misu­re anti covid deso­la­ta­men­te riser­va­to a pochi tifo­si, tra i qua­li non sono man­ca­ti diver­si zuri­ghe­si ma con il calo­re per­cet­ti­bi­le del­la gen­te che dal­la tri­bu­na si è fat­ta più vol­te sen­ti­re e dagli ultras siste­ma­ti­si all’e­ster­no del Riva IV.

La squa­dra ha rispo­sto subi­to pre­sen­te all’ap­pel­lo, tro­van­do il dop­pio van­tag­gio, con­tro i pro­no­sti­ci del­la vigi­lia, dopo appe­na 35′ minu­ti gra­zie a Bahloul che infi­la­va diret­ta­men­te da cal­cio d’an­go­lo e a Sif­neos che di testa non dava scam­po a Bre­cher. Nel mez­zo anche una tra­ver­sa col­pi­ta sem­pre da Bahloul.

Lo Zuri­go si è mostra­to poca cosa, con tut­ta­via mol­ta fisi­ci­tà nei suoi ele­men­ti che ha evi­ta­to la deri­va. Così, come spes­so acca­de in que­sto tipo di par­ti­te, al pri­mo affon­do gli ospi­ti tro­va­no il gol con l’ex Cee­say e alla pau­sa si va sul 2–1.
In entra­ta di secon­do tem­po i bian­co­blu sfio­ra­no subi­to il pareg­gio ma una pro­dez­za di Jacot pri­ma e la tra­ver­sa poi man­ten­go­no il pun­teg­gio sul 2–1.

La pres­sio­ne del­lo Zuri­go cre­sce con il pas­sa­re dei minu­ti ma per tro­va­re il gol del 2–2 la squa­dra di Magnin deve atten­de­re due erro­ri nel­la stes­sa azio­ne di Jacot che rilan­cia male il pal­lo­ne e poi si lascia sfug­gi­re il pal­lo­ne dai guan­to­ni.
A quel pun­to i padro­ni di casa tor­na­no ad attac­ca­re, sup­por­ta­ti da una con­di­zio­ne fisi­ca di pri­m’or­di­ne e a 4 minu­ti dal 90′, quan­do si pen­sa già ai tem­pi sup­ple­men­ta­ri, con­qui­sta­no un cal­cio di rigo­re che il soli­to Bahloul, tra­sci­na­to­re indi­scus­so dei suoi, tra­sfor­ma spiaz­zan­do Bre­cher. L’a­po­teo­si.

Lo Zuri­go ci pro­va con il clas­si­co assal­to del­la dispe­ra­zio­ne ma sono anco­ra i ragaz­zi di Bal­do a sfio­ra­re il gol che tut­ta­via non arri­va.
Fini­sce 3–2 con una festa e un sen­so di sod­di­sfa­zio­ne che al Riva IV man­ca­va­no da fin trop­po tem­po.
Il Chias­so è tor­na­to, tut­ti avvi­sa­ti.

Reti: 17′ Bahloul, 35′ Sif­neos, 40′ Cee­say, 76′ Cee­say, 88′ Bahloul (rig.).

FC Chias­so: Jacot; Sta­bi­le, Magnir, Gamar­ra, Conus (76′ Zunic); Ste­vic (50′ Pasqua­rel­li), Malu­la, Nzi­la (61′ Stre­chie); Bahlul; Sif­neos, Andri­st ©.

FC Zuri­go: Bre­cher ©; Brit­to, Car­do­so, Ome­ra­gic (30′ Ban­gu­ra), Schät­tin; Schön­bä­chler (61′ Koi­de), Krye­ziu (77′ Dom­jo­ni), Sohm, Kolol­li; Kra­mer (61′ Khe­li­fi), Cee­say.

Note: Sta­dio Riva IV, Chias­so. 150 spet­ta­to­ri. Arbi­tro San Fedayi. Ter­re­no in buo­ne con­di­zio­ni.
Ammo­ni­ti: 23′ Sif­neos, 34′ Brit­to, 69′ Ban­gu­ra, 86′ Sohm, 89′ Jacot, 95′ Cee­say, 95′ Stre­chie.

Agli Otta­vi di fina­le sarà Chias­so-Lucer­na

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: