SL: Lugano con il cuore, un pari di valore a Zurigo

In atte­sa dei risul­ta­ti odier­ni, il Luga­no di Jaco­bac­ci si è godu­to la not­te appe­na tra­scor­sa in cima alla clas­si­fi­ca di Super Lea­gue. Meri­to del 2–2 matu­ra­to a Zuri­go nel con­fron­to del secon­do tur­no di cam­pio­na­to con­tro i tigu­ri­ni di Magnin.

Un pun­to arri­va­to in pie­no recu­pe­ro e, soprat­tut­to, in infe­rio­ri­tà nume­ri­ca. Se Gerndt ha sbloc­ca­to il pun­teg­gio al nono minu­to man­dan­do avan­ti nel pun­teg­gio i tici­ne­si, Sobiech e Mar­che­sa­no han­no rispo­sto per le rime fir­man­do il sor­pas­so dei padro­ni di casa. Reti infra­mez­za­te dal­l’e­spul­sio­ne (per som­ma d’am­mo­ni­zio­ni) di capi­tan Sab­ba­ti­ni.

Ma il Luga­no ha avu­to la for­za men­ta­le e fisi­ca di rima­ne­re in par­ti­ta fino allo sca­de­re, quan­do Gui­dot­ti in mischia ha rega­la­to il quar­to pun­to in due par­ti­te ai bian­co­ne­ri.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: