Mercoledì atteso il giro di vite per il calcio amatoriale

Mer­co­le­dì è atte­so un ulte­rio­re giro di vite da par­te del­la Con­fe­de­ra­zio­ne nel­la lot­ta alla dif­fu­sio­ne del Covid-19. Il Con­si­glio Fede­ra­le – ripor­ta il Blick – sta pen­san­do di intro­dur­re l’obbligo di masche­ri­na all’aperto, la chiu­su­ra di bar, risto­ran­ti e club dal­le 22:00 alle 6:00 e il limi­te di 50 per­so­ne per gli eventi.

Le pro­po­ste sareb­be­ro sta­te mes­se nero su bian­co in un docu­men­to di set­te pagi­ne che pre­ve­de anche “l’obbligo di masche­ri­na nel­le azien­de e alle fer­ma­te dei mez­zi pub­bli­ci, come il limi­te di 15 per­so­ne per feste pri­va­te”. Ma non solo. La pro­po­sta del CF inten­de anche pas­sa­re all’insegnamento a distan­za nel­le scuo­le post-obbligatorie.

Pure lo sport ama­to­ria­le dovreb­be fer­mar­si. L’intenzione del­le auto­ri­tà è sospen­de­re tut­te le atti­vi­tà con più di 15 per­so­ne e con contatto.

Il pac­chet­to di misu­re aggiun­ti­ve è sta­to – scri­ve la RSI – sot­to­po­sto ai Can­to­ni. Mer­co­le­dì è inve­ce atte­sa la deci­sio­ne definitiva.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: