Copelli saluta Malcantone: “Tre anni fantastici. Ma era il momento di cambiare”

Le stra­de del Mal­can­to­ne e di Omar Copel­li si sono divi­se. Non toc­che­rà più a lui gui­da­re i mal­can­to­ne­si alla ripre­sa dei cam­pio­na­ti. Il nome del suo suc­ces­so­re non è anco­ra noto.

Inter­pel­la­to da Labor­sport, l’or­mai ex alle­na­to­re del Mal­can­to­ne – che ha por­ta­to in Secon­da Lega – spie­ga i moti­vi alla base del­la sepa­ra­zio­ne. “Sem­pli­ce­men­te – dice – era arri­va­to il momen­to di cam­bia­re. Tut­ti ave­va­mo biso­gno di nuo­vi sti­mo­li. Il cam­pio­na­to lascia­to a metà l’an­no scor­so è sta­to fru­stran­te per come sta­va­no andan­do le cose”.

“Ci ten­go – pre­ci­sa – a rin­gra­zia­re una socie­tà fan­ta­sti­ca con la qua­le ho avu­to il pia­ce­re di col­la­bo­ra­re e rin­gra­zia­re tut­ti i gio­ca­to­ri che in que­sti 3 anni mi han­no dato tan­te soddisfazioni”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: