2L: Castello, parla mister Stefani: “Ottimo percorso. Sospensione? C’è qualcosa di più importante del calcio”

Ame­deo Ste­fa­ni e il suo Castel­lo coman­da­no la clas­si­fi­ca di Secon­da Lega alla sospen­sio­ne dei cam­pio­na­ti a cau­sa del Covid. La clas­si­fi­ca vede le “capret­te” pri­meg­gia­re con set­te vit­to­rie, un pareg­gio e una scon­fit­ta in nove gare. Con l’allenatore dell’AS Castel­lo abbia­mo scam­bia­to due paro­le sul momen­to gene­ra­le del­la sua squa­dra e, ine­vi­ta­bil­men­te, sul­la deci­sio­ne del­le auto­ri­tà di inter­rom­pe­re momen­ta­nea­men­te i campionati.

Mister, cosa ne pen­sa del­la sospen­sio­ne. Cor­ret­ta la decisione?

“Non so dire se la deci­sio­ne è cor­ret­ta o meno. Noi ci ade­guia­mo alle deci­sio­ni di chi sta sopra di noi come fat­to lo scor­so anno. La nostra è una bel­lis­si­ma pas­sio­ne e hob­by, ma ci sono cose più impor­tan­ti. La mia spe­ran­za è quel­la che si rie­sca a tro­va­re una solu­zio­ne alme­no per i set­to­ri gio­va­ni­li. Bam­bi­ni e ragaz­zi han­no biso­gno di sva­gar­si con il cal­cio, anche per il bene dei geni­to­ri. Qual­cu­no, ho let­to, dice che si pote­va anda­re avan­ti. Ma sono gli stes­si che l’anno scor­so pen­sa­va­no e si com­por­ta­va­no in altra manie­ra. Mi fa sor­ri­de­re, dicia­mo così…”.

La sua squa­dra coman­da il cam­pio­na­to. Una sor­pre­sa per lei?

“Noi abbia­mo fat­to un otti­mo per­cor­so. Sin­ce­ra­men­te non pen­sa­va­mo di esse­re lì, ma Castel­lo – oltre alla qua­li­tà dei gio­ca­to­ri – ha una strut­tu­ra che ti por­ta a far bene. Poi ci sono anni in cui si è più for­tu­na­ti e altri meno. Vedre­mo se riu­scia­mo a con­fer­mar­ci. La nostra è un’ottima rosa. Ci cono­scia­mo da tem­po tut­ti: c’è un rap­por­to fran­co, sin­ce­ro e tra­spa­ren­te. Lo spi­ri­to è buo­no, poi ci sono del­le per­so­ne nel­lo staff che è un lus­so ave­re come Andrea Galim­ber­ti, il magaz­zi­nie­re ‘Chic­co’, il fiseo­te­ra­pi­sta ‘Vito’ e tan­ti altri. Tut­te cose che fan­no la dif­fe­ren­za. Sono due anni che ci alle­nia­mo insie­me e la con­ti­nui­tà fa la differenza”.

Chi sarà la riva­le prin­ci­pa­le del Castello?

“Non sem­pre chi è davan­ti all’andata vin­ce al ter­mi­ne del­la sta­gio­ne. Non sen­tia­mo la pres­sio­ne e sia­mo pron­ti a gio­car­ce­la. Asco­na, Mor­bio, Mal­can­to­ne, Arbe­do sono squa­dre agguer­ri­te per reci­ta­re un ruo­lo di pri­mo pia­no. Vedremo…”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: