Snider: “Che noia lo stop. Castello un mix vincente”

Il cen­tro­cam­pi­sta del­l’AS Castel­lo Simo­ne Sni­der è sta­to nostro ospi­te nel­la pri­ma par­te del Salot­to del Cal­cio regio­na­le. Di segui­to vi pro­po­nia­mo le sue affermazioni

Castello, la grande bellezza

“Ma sicu­ra­men­te ci vuo­le sia gen­te espe­rien­za che gen­te gio­va­ne che por­ta un po’ di entu­sia­smo e un po’ di voglia di fare bene. Non so se è la for­mu­la per­fet­ta per­ché alcu­ni anni han­no vin­to squa­dre con una media alta e altre con una media età bas­sa. Pen­so però che a far la dif­fe­ren­za dif­fe­ren­za sia la voglia e lo spi­ri­to di grup­po che a pre­scin­de­re dall’età si crea un ambien­te sano come c’è per, esem­pio, a Castel­lo. Lo spi­ri­to di grup­po ha cer­ta­men­te aiu­ta­to per­ché è mol­to for­te. C’è un mix di ragaz­zi gio­va­ni e più esper­ti che van­no d’accordo. La voglia e l’entusiasmo ci han­no aiu­ta­ti a por­tar­ci al pri­mo posto”

Il legame con il Mendrisiotto

“Non c’è un moti­vo par­ti­co­la­re. Dicia­mo che ho sem­pre gio­ca­to a cal­cio per diver­tir­mi e per diver­tir­mi ho biso­gno di far­lo con i miei ami­ci. Ho sem­pre avu­to gli ami­ci nel Men­dri­siot­to in varie squa­dre e in diver­se cate­go­rie. Il cal­cio per me è uno sva­go dopo la gior­na­ta di lavo­ro e pen­sa­re di pren­de­re la mac­chi­na e far­mi maga­ri un’ora di stra­da non fa per me. Ho avu­to la for­tu­na di gio­ca­re in diver­se squa­dre e tut­te otti­me. È anda­ta bene così”.

Il ricordo del Novazzano

“Quel­la sta­gio­ne par­tì con un sac­co di dif­fi­col­tà dopo la vit­to­ria del cam­pio­na­to di Secon­da Lega. Il gran­de meri­to va ai DS Man­to­va­ni e Scan­do­la che si sono tro­va­ti a dover rifa­re alme­no l’80% del­la squa­dra. È sta­to un lavo­ro incre­di­bi­le, però dopo i pri­mi tre pun­ti a Eschen­bach abbia­mo capi­to che pote­va­mo star­ci in 2LI. A mio pare­re si pote­va fare anche qual­che pun­to in più…”.

Covid e pronostici

“Affron­to que­sto momen­to con tan­ta noia sen­za alle­na­men­to. Si cer­ca comun­que di fare sport e spe­ro di tor­na­re pre­sto a tira­re i cal­ci al pal­lo­ne. Al Castel­lo non dovrà man­ca­re la voglia di vin­ce­re, quel­la che fa la dif­fe­ren­za in que­ste cate­go­rie. Nel cal­cio regio­na­le il grup­po che ha più voglia di vin­ce­re vin­ce il cam­pio­na­to. Pro­no­sti­co? Fini­re­mo al pri­mo posto”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: