Dal Ticino alla massima serie francese. Il percorso stimolante dell’ex Locarno Adrian Ursea

L’e­tà e l’i­spi­ra­zio­ne sono quel­le che sono, ma a Locar­no c’è sem­pre un (altro) moti­vo per cui esse­re orgo­glio­si del­la pro­pria glo­rio­sa sto­ria cal­ci­sti­ca. Da qual­che gior­no, Adrian Ursea è il nuo­vo alle­na­to­re del Niz­za. L’u­mi­lian­te scon­fit­ta con fana­li­no di coda Digio­ne e l’i­nat­te­sa eli­mi­na­zio­ne dal­la Euro­pa Lea­gue sono infat­ti costa­te il posto di lavo­ro a Patrick Viei­ra. Arri­va­to in Sviz­ze­ra duran­te la sta­gio­ne di LNB 91/92, Ursea ha vesti­to la bian­ca casac­ca per 13 incon­tri uffi­cia­li pri­ma di tra­sfe­rir­si a Gine­vra e rima­ne­re nel­l’or­bi­ta del cal­cio di lin­gua fran­ce­se vesten­do le maglie di Che­nois, Bul­le, Nyon, Vevey e Friborgo.

Dal 2000 è ini­zia­to il suo per­cor­so da alle­na­to­re pre­va­len­te­men­te a libro paga del Ser­vet­te. Già a Niz­za come vice in que­sti ulti­mi anni, Ursea ha rice­vu­to il suo pri­mo inca­ri­co da capo alle­na­to­re dal­la diri­gen­za del club fran­ce­se. Nel­lo staff del 53enne rume­no c’è anche il pre­pa­ra­to­re atle­ti­co Nico­las Dyon. Fran­ce­se, nato il 30 mar­zo 1978, ha lavo­ra­to con squa­dre del­la mas­si­ma serie tran­sal­pi­na qua­li St. Etien­ne, Niz­za e Ren­nes pri­ma di affian­ca­re Pier Tami al Gras­shop­per ed appro­da­re a Cor­na­re­do quan­do l’ex tec­ni­co del­la nazio­na­le u21 fu ingag­gia­to dal Lugano.

Con il mon­do che viag­gia sem­pre più velo­ce, diven­ta tal­vol­ta dif­fi­ci­le accor­ger­si di quan­to quel­lo del cal­cio pos­sa riser­va­re anco­ra sto­rie curio­se ed appaganti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: