Da sogno a realtà: così è nato ‘Il salotto del calcio regionale’. E per il 2021…

Era fine otto­bre. Gior­no più, gior­no meno. La clas­si­ca sera­ta fred­da, di noia e sen­za cal­cio. E direi che l’ultima, tra le tre, è sen­za dub­bio la peg­gio­re. Il van­tag­gio, se così pos­sia­mo chia­mar­lo, dell’interruzione dei cam­pio­na­ti è che si ha il tem­po per pen­sa­re. E pure trop­po. Per­ché vai a ripe­sca­re sogni e desi­de­ri nati duran­te viag­gi chi­lo­me­tri­ci in mac­chi­na, sera­te con gli ami­ci e tie­pi­de doc­ce, ma che poi sono rima­sti lì: ripo­sti nell’emisfero dei sogni. È così che è nato ‘Il Salot­to del cal­cio Regio­na­le. Più o meno…

La tra­sfor­ma­zio­ne di un sogno in real­tà pas­sa attra­ver­so diver­se fasi. La pri­ma è sta­ta cir­con­dar­mi di per­so­ne che ‘man­gia­no’ il mio stes­so pane, si nutro­no del­la mia stes­sa pas­sio­ne e sogna­no nel­la mia stes­sa lin­gua. Per­ché non c’è scrit­to da nes­su­na par­te che più per­so­ne non pos­sa­no con­di­vi­de­re lo stes­so sogno.

È sta­to, quin­di, un gio­co da ragaz­zi tro­va­re in Fla­vio Mon­ti­cel­li e Pau­lo Mar­ga­lho i com­pli­ci idea­li per un’avventura che, anche loro, ave­va­no da tem­po accan­to­na­to nel cas­set­to dei sogni. Una chia­ma­ta, qual­che bre­ve mes­sag­gio voca­le e il gio­co è fat­to. Il team è com­po­sto, l’idea e gli stru­men­ti ci sono. Ci sono poi i saba­ti inte­ri a pia­ni­fi­ca­re invi­ti, gra­fi­che, sca­let­te, copio­ni, inter­vi­ste e chi più ne ha più ne met­ta. Ci sono poi sera­te inter­mi­na­bi­li a pre­pa­ra­re il die­tro alle quin­te che, giu­sta­men­te, rima­ne invi­si­bi­le. Ci sono le ore tra­scor­se al gio­ve­dì in ‘salot­to’ per far fun­zio­na­re tut­to. Poi può capi­ta­re che non tut­to fun­zio­ni a mera­vi­glia, come è sta­to il caso del­la pri­ma pun­ta­ta. Ma non ci sia­mo mai abbat­tu­ti. Abbia­mo fat­to teso­ro di cosa non ha fun­zio­na­to e abbia­mo rimes­so in ordi­ne un ‘Salot­to’ che al debut­to ha stec­ca­to. Ma è così che fun­zio­na. Sen­za sba­gli non si impara.

Quel­lo che ora è un pro­dot­to inno­va­ti­vo ed apprez­za­to è il nostro sogno, diven­ta­to real­tà gra­zie a voi ma anche gra­zie alla smi­su­ra­ta pas­sio­ne che ci abbia­mo mes­so nel ren­der­lo il più accat­ti­van­te pos­si­bi­le. Il nostro Labor..atorio di idee è in con­ti­nua fun­zio­ne e sia­mo già al lavo­ro per tor­na­re nel 2021 con tan­te novità.

Il nostro più gran­de gra­zie va a chi non ha smes­so di seguir­ci, a chi lo ha fat­to sal­tua­ria­men­te e a chi ha par­te­ci­pa­to atti­va­men­te. Va a tut­ti gli ospi­ti che si sono resi dispo­ni­bi­li, va a tut­ti gli spon­sor che sen­za esi­ta­re ci han­no garan­ti­to appog­gio e sup­por­to in un perio­do com­pli­ca­to per tut­ti. Va a Tinext e Swis­sco­lo­ca­tion che ci han­no ospi­ta­to. Ma un gra­zie sin­ce­ro va a chi il ‘Salot­to’ lo ha ani­ma­to per dav­ve­ro con idee, voce e stru­men­ti tec­ni­ci. Il più sin­ce­ro dei gra­zie va a Fla­vio Mon­ti­cel­li e Pau­lo Mar­ga­lho. Sap­pia­te che, sen­za di loro, il ‘Salot­to del cal­cio regio­na­le’ era anco­ra un’idea ripo­sta nel cas­set­to dei sogni.

In atte­sa di incon­trar­vi nuo­va­men­te, augu­ria­mo a tut­ti sim­pa­tiz­zan­ti (e non) del­le sere­ne festi­vi­tà e un 2021 ric­co di soddisfazioni.

(RV)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: