La Seconda Lega sui social: regna il Minusio. Crescita dell’Ascona. La panoramica

I cam­pio­na­ti fer­mi, la neve sui cam­pi e il pal­lo­ne non roto­la più da mesi ormai. Con la cri­si lega­ta alla pan­de­mia ci sia­mo ormai scor­da­ti gli ecces­si di adre­na­li­na cau­sa­ti dal muta­men­to del­le clas­si­fi­che. Chi sale e chi scen­de. Chi pren­de quo­ta e chi ne per­de. Emo­zio­ni d’altri tem­pi, ver­reb­be da dire…

Ingan­nan­do la noia, il team di Labor­sport ha ripro­po­sto un ‘gio­chi­no’ già pre­sen­ta­to­vi la scor­sa pri­ma­ve­ra e che tan­to ha inte­res­sa­to i nostri let­to­ri. Par­lia­mo del­le ‘clas­si­fi­che’ social dei club del nostro cal­cio. Lo abbia­mo chia­ma­to ‘gio­chi­no’ per­ché – va det­to – non tut­te le squa­dre ‘spin­go­no’ sui social. C’è chi li uti­liz­za di tan­to in tan­to, chi non per­de occa­sio­ni di socia­liz­za­re con i pro­pri fol­lo­wers, chi uti­liz­za solo una piat­ta­for­ma e chi, come il Col­dre­rio, non è iscrit­to a nes­sun social.

Lo ave­te capi­to. Il pri­mo cam­pio­na­to pre­so in ana­li­si è la cate­go­ria regi­na tici­ne­se: la Secon­da Lega. Curio­so costa­ta­re che, come già appu­ra­to in mar­zo, la clas­si­fi­ca social non segue pro­pria­men­te l’andamento di quan­to inve­ce si vede in campo.

Minu­sio re dei social

È l’esempio più lam­pan­te è il caso del Minu­sio. I gial­lo­ne­ri, loro mal­gra­do, occu­pa­no momen­ta­nea­men­te l’ultimo posto in cam­pio­na­to, ma regna­no sovra­ni nel­la som­ma dei fol­lo­wers su Face­book e Insta­gram. Con 1’279 fol­lo­wer tota­li il Minu­sio è la squa­dra più segui­ta sul­le piat­ta­for­me social segui­ta a ruo­ta da Rapid Luga­no e Castello.

Face­book is not Instagram

Face­book non è Insta­gram. La diver­si­tà del­le piat­ta­for­me e dei con­te­nu­ti da posta­re o ripo­sta­re cam­bia natu­ral­men­te il modo d’approccio del­le squa­dre. Se Face­book va per la mag­gio­re per con­di­vi­de­re arti­co­li e infor­ma­zio­ni rela­ti­ve al gio­co, Insta­gram è il luo­go per­fet­to dove tene­re costan­te­men­te aggior­na­ti i pro­pri fol­lo­wers con risul­ta­ti, foto­gra­fie, sto­rie, gra­fi­che, ini­zia­ti­ve e chi più ne ha più ne metta.

In due sen­za Insta­gram

Il Col­dre­rio, lo abbia­mo det­to, è l’unica squa­dra del mas­si­mo cam­pio­na­to regio­na­le a non uti­liz­za­re i social. Il Cade­ma­rio, inve­ce, uti­liz­za uni­ca­men­te Face­book per inte­ra­gi­re con tifo­si e simpatizzanti.

Sprint da quarantena

In qua­ran­te­na, anche i respon­sa­bi­li social dei club han­no dovu­to rein­ven­tar­si. E mal­gra­do i cam­pio­na­ti fer­mi la (qua­si) tota­li­tà del­le com­pa­gi­ni ha regi­stra­to una cre­sci­ta di ‘mi pia­ce’. L’unica ecce­zio­ne riguar­da il Cade­ma­rio che, dal 17 mar­zo ad oggi, ha per­so 177 segua­ci. Discor­so inver­so, inve­ce, per l’Ascona, che di segua­ci ne ha gua­da­gna­ti ben 511.

La pano­ra­mi­ca dei gra­fi­ci mostra l’andamento del­le squa­dre sui social. Nei pros­si­mi gior­ni, inve­ce, ana­liz­ze­re­mo i movi­men­ti social del­le socie­tà di Ter­za Lega.

Que­sto sli­de­show richie­de JavaScript.

Vi lascia­mo con un son­dag­gio: quan­to è impor­tan­te per voi l’attività sui social del­le com­pa­gi­ni regionali?

Quanto è importante per voi l’attività sui social dei club regionali?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: