Lugano, è un grosso rimpianto: un punto che sa di beffa a Basilea

Che fos­se una par­ti­ta dif­fi­ci­le si sape­va. Lo sape­va anche Mau­ri­zio Jaco­bac­ci, che alla vigi­lia ave­va avver­ti­to tut­ti: “In casa del Basi­lea non sarà una pas­seg­gia­ta”. E il Luga­no non è di cer­to anda­to aL st.Jakob in pas­seg­gia­ta, anzi… ha sfio­ra­to l’im­pre­sa di strap­pa­re tre pesan­ti pun­ti ai rena­ni, ma i 93′ di gio­co han­no visto le due com­pa­gi­ni divi­der­si la posta in gioco.

Il Luga­no si è por­ta­to avan­ti con lo squil­lo di Abu­ba­kar – alla pri­ma rete in bian­co­ne­ro – al 36esimo. La trup­pa di Jaco­bac­ci ha gesti­to il van­tag­gio fino al 84esimo, quan­do si è defi­ni­ti­va­men­te acce­sa la par­ti­ta. Cabral ribat­te in rete la pri­ma vera e uni­ca occa­sio­ne dei padro­ni di casa. Tut­to da rifa­re per il Luga­no, abi­le a tro­va­re la rea­zio­ne per tro­va­re il nuo­vo van­tag­gio con Lun­goyi a tre minu­ti dal fischio fina­le. Ma la stes­sa rea­zio­ne l’ha avu­ta il Basi­lea che – com­pli­ce una dife­sa disat­ten­ta – ritro­va imme­dia­ta­men­te il 2–2 che deci­de la par­ti­ta a fir­ma di Van der Werff.

La clas­si­fi­ca vede il Basi­lea tener­si il secon­do posto in soli­ta­ria. Luga­no, inve­ce, che con­ti­nua a tene­re testa al Basi­lea nei con­fron­ti diret­ti, ma scen­de al quar­to posto a quo­ta 24 pun­ti, tre in meno dei rossoblù.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: