Chiasso, oggi la sfida allo Stade Lausanne. Bignotti: “Prima salvezza e poi lascio”

L’atmosfera in casa Chias­so non è del­le miglio­ri. Il grup­po è com­pat­to, ma gli ulti­mi risul­ta­ti e le ulti­me pre­sta­zio­ni han­no fat­to insor­ge­re i tifo­si, ormai sfi­ni­ti di atten­de­re un segna­le dei pro­prio benia­mi­ni. Nel miri­no del­le cri­ti­che ci sono fini­ti tut­ti: DG, gio­ca­to­ri e staff tec­ni­co. Dopo il KO in casa del­lo Xamax ha pre­so la paro­la anche Bignot­ti affer­man­do di non voler­si arren­de­re e chie­den­do il mas­si­mo sfor­zo a tut­ti. Oggi, il Chias­so tor­na in cam­po per sfi­da­re in casa lo Sta­de Lau­san­ne alle 19:00.

Oggi, tra­mi­te un’intervista rila­scia­ta al Cor­rie­re del Tici­no, è tor­na­to a par­la­re Bignot­ti. “Cri­ti­che? Qual­cu­no lo fa in manie­ra giu­sta, altri un po’ meno. A Chias­so cri­ti­ca­va­no pure Padu­la e Dol­dur, due gio­ca­to­ri che ora mili­ta­no nel­la mas­si­ma serie elve­ti­ca. Qual­co­sa non fun­zio­na e me ne pren­do le respon­sa­bi­li­tà. Ma sono con­vin­to che abbia­mo le qua­li­tà per non retro­ce­de­re, ma ci vuo­le qual­co­sa in più. Biso­gna impa­ra­re a esse­re uomini”.

Bignot­ti ha par­la­to anche del suo futu­ro, che – come lascia­to inten­de­re nel­la pre­sa di posi­zio­ne sul sito – pro­ba­bil­men­te sarà lon­ta­no da Chias­so. “È vero, a fine sta­gio­ne met­te­rò il man­da­to agli azio­ni­sti. Ora pen­so solo alla sal­vez­za. Rai­ne­ri? Resta al suo posto. Sono anco­ra con­vin­to che è l’uomo giu­sto al posto giusto”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: