Taverne, parla Meroni: “Gruppo solido e invidiabile. Non sorpreso dal TTU21. Che ricordi a Morbio e Castello”

Inter­vi­sta a Damia­no Mero­ni, attua­le alle­na­to­re del­l’AC Taverne

Mister, pos­sia­mo dire che il tuo Taver­ne è sta­to ‘stop­pa­to’ pro­prio sul più bello…

“Dicia­mo che era­va­mo in uno sta­to di gra­zia fisi­ca e men­ta­le, a tre par­ti­te del­la fine del giro­ne d’an­da­ta, ed era­va­mo pron­ti per affron­ta­re gli ulti­mi impe­gni con una inten­si­tà e for­za che in poche altre squa­dre, da me alle­na­te, ave­vo riscon­tra­to finora”.

11 gol fat­ti e solo due subi­ti nel­le ulti­me ulti­me quat­tro (due der­by). Sono nume­ri di una squa­dra che può pun­ta­re in alto. Fin dove pos­so­no spic­ca­re il volo le aquile?

“Sono nume­ri di una squa­dra che nel­la secon­da par­te di giro­ne d’an­da­ta ha tro­va­to una rego­la­ri­tà invi­dia­bi­le. Anche se nel­la fase offen­si­va que­sta squa­dra deve e può fare di più, men­tre la nostra fase difen­si­va ci ha por­ta­to a esse­re la miglio­re dei 6 grup­pi di secon­da inter­re­gio­na­le. Vivia­mo alla “gior­na­ta”, e le nostre “gior­na­te” attual­men­te, si “svol­go­no” nel­le par­ti alte del­la clas­si­fi­ca, sen­za obbli­ghi par­ti­co­la­ri e l’as­sil­lo di una promozione”.

Come gesti­sci la tua pau­sa forzata?

“La mia con diva­no alter­na­to a cam­mi­na­te pome­ri­dia­ne e eser­ci­zi gior­na­lie­ri sera­li, rigo­ro­sa­men­te all’in­ter­no. Ho segui­to un paio di webi­nair onli­ne interessanti,trovo sem­pre posi­ti­vo sen­ti­re altre idee.La squa­dra ?Teo­ri­ca­men­te in modo indi­vi­dua­le sta facen­do attività”.

“Aspet­tia­mo un gio­ca­to­re di fascia, ma…”

Sarà impor­tan­te far­si tro­va­re pron­ti. Al tuo Taver­ne cosa non dovrà mancare?

“La stes­sa uni­tà d’in­ten­ti dimo­stra­ta nel­la pri­ma par­te, tra socie­tà, staff e gio­ca­to­ri. Tra i ragaz­zi la stes­sa sin­to­nia e voglia di sta­re insie­me, il resto sarà una con­se­guen­za, in quan­to abbia­mo “cal­ci­sti­ca­men­te par­lan­do” un buon mix di gio­ven­tù e “sta­gio­na­ti””.

C’è la pos­si­bi­li­tà di un qual­che rin­for­zo per pun­ta­re a miglio­ra­re ulte­rior­men­te le prestazioni?

“Mah, l’i­dea con­di­vi­sa con pre­si­den­te e diret­to­re spor­ti­vo è che sia­mo sco­per­ti in fascia destra, di con­se­guen­za se vi sarà la pos­si­bi­li­tà, si uni­rà al grup­po un gio­ca­to­re di fascia, a oggi però ne uno ne altro mi han­no chia­ma­to con novi­tà (ride ndr) aspet­tia­mo e speriamo”.

In tan­ti sono rima­sti sor­pre­si dall’avvio con­vin­cen­te del Team Tici­no U21. Ti aspet­ta­vi un ren­di­men­to simile?

“In tem­pi non sospet­ti (luglio 2020) a doman­da di un set­ti­ma­na­le del distret­to, dis­si che per orga­niz­za­zio­ne, strut­tu­re, staff sareb­be sta­to nel­la par­te alta, di con­se­guen­za per me non è sta­ta una sor­pre­sa, anzi una favo­re­vo­le conferma”.

Par­lia­mo di Secon­da Lega, che segui da vici­no. Chi si con­ten­de­rà la vit­to­ria finale?

“Ho visto qual­che par­ti­ta del Baler­na Col­dre­rio Mor­bio e Castel­lo. Arbe­do per­met­ten­do, sarei con­ten­to che pos­sa esse­re una tra Mor­bio e Castel­lo ad aggiu­di­car­si il tito­lo can­to­na­le, due socie­tà che “vis­su­to da den­tro” alle­nan­do­le entram­be, con ricor­di indelebilli”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: