San Valentino poco romantico per il Lugano

È una dome­ni­ca di San Valen­ti­no poco roman­ti­ca per il Luga­no di Mau­ri­zio Jaco­bac­ci. I bian­co­ne­ri sono usci­ti scon­fit­ti per 1–3 per mano del­lo Young Boys capo­li­sta e cam­pio­ne sviz­ze­ro in cari­ca. Una scon­fit­ta sen­za appel­lo e con la par­ti­ta già deci­sa nei pri­mi 45′, chiu­si sul­lo 0–3. A spia­na­re la stra­da ai gial­lo­ne­ri ci ha pen­sa­to un rigo­re tra­sfor­ma­to da Nsa­me al 10′, una rete di Elia set­te minu­ti più tar­di e il sigil­lo di Lau­per – sem­pre più pro­ta­go­ni­sta – sul fini­re di pri­mo tempo.

I tici­ne­si han­no ridot­to lo scar­to nel­la secon­da fra­zio­ne di gio­co gra­zie ad Ale­xan­der Gerndt. Rea­zio­ne che non ha comun­que por­ta­to a ter­mi­ne il ten­ta­ti­vo di rimon­ta. Parec­chio con­te­sta­to sui social l’al­le­na­to­re Jaco­bac­ci, che in con­fe­ren­za stam­pa si è dife­so dicen­do che “abbia­mo per­so per­ché lo Young Boys è una squa­dra for­te e ci ha puni­ti in tut­te le occa­sio­ni avute”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: