Lugano ripreso e sconfitto dal Lucernaa

È deci­sa­men­te un momen­to no per il Luga­no tar­ga­to Jaco­bac­ci. Sen­za vit­to­ria dal 24 gen­na­io, i bian­co­ne­ri sono usci­ti scon­fit­ti e, anco­ra, bef­fa­ti nel con­fron­to casa­lin­go di que­sto pome­rig­gio al cospet­to del Lucer­na. Eppu­re, la ban­da tici­ne­se ave­va rot­to il ghiac­cio con Covi­lo, abi­le a svet­ta­re più alto di tut­ti al 10′ sugli svi­lup­pi di un cal­cio d’an­go­lo bat­tu­to dal­la sini­stra. Nel secon­do minu­to di recu­pe­ro del­la pri­ma fra­zio­ne di gio­co, i lucer­ne­si han­no pareg­gia­to i con­ti con Schulz dal dischet­to. 1–1 alla pau­sa e tut­to da rifa­re per Bot­ta­ni e compagni.

È pro­prio il die­ci bian­co­ne­ro a rea­liz­za­re il momen­ta­neo 2–1 su imbec­ca­ta di Gui­dot­ti. Ulti­mi die­ci minu­ti leta­li per i tici­ne­si che pri­ma si fan­no ripren­de­re da Tasar all’81 e poi, sem­pre per mano di Tasar, ven­go­no puni­ti a due minu­ti dal ter­mi­ne con il 2–3 defi­ni­ti­vo che apre la cri­si bian­co­ne­ra e riac­cen­de, per con­tro, le ambi­zio­ni di un Lucer­na che fino ad oggi ave­va delu­so le attese.

I pun­ti che divi­do­no il Luga­no quin­to in clas­si­fi­ca e il Lucer­na (con una par­ti­ta in meno) ter­z’ul­ti­mo sono ora sola­men­te quat­tro. Il pros­si­mo appun­ta­men­to del Luga­no è fis­sa­to per dome­ni­ca 28 feb­bra­io, quan­do si ren­de­rà visi­ta al Losan­na in una sfi­da più che mai impor­tan­te per il pro­se­guo di stagione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: