L’ASF ai club: “Giovani, ok ai campionati. Prime squadre possono allenarsi in non più di 15”

*Lettera dell’ASF ai club:

“Cari/e rappresentanti dei club, cari/e amici del calcio,

Come annunciato la scorsa settimana, il Consiglio federale ha presentato ieri delle misure d‘allentamento che entreranno in vigore a partire dal 1° marzo 2021 e che avranno un impatto positivo su certi aspetti del nostro calcio. Per ulteriori dettagli si prega di consultare il comunicato stampa del Consiglio federale.

Per noi ciò significa in modo concreto:

– Adolescenti nati nel 2001 o più giovani (quindi tutte le categorie juniores) possono allenarsi e giocare
come squadre complete (campionato e coppa, ma senza pubblico)

– Calciatori e calciatrici nati nel 2000 o più grandi possono utilizzare i campi da calcio in gruppi di non più di 15 persone per allenarsi senza contatto fisico. Le competizioni sono ancora vietate per queste categorie.

Inoltre, il Consiglio federale ha deciso che anche le leghe semiprofessionistiche possono ugualmente riprendere gli allenamenti e le competizioni a partire dal 1° marzo 2021 in poi (anche senza pubblico). Se un campionato di un genere è considerato semiprofessionale, ciò vale automaticamente anche per il campionato dello stesso livello dell’altro genere. I criteri esatti secondo i quali una lega è considerata semiprofessionale non sono ancora noti.

Tuttavia, supponiamo che almeno la Promotion League maschile e quindi anche la NLB e la 1a lega femminile rientrino in questa categoria. Inoltre, non è ancora chiaro quali siano le direttive esatte richieste nei piani di protezione per lo svolgimento degli allenamenti e delle partite in tutte le categorie.

Per i giocatori attivi, non si esclude al momento che saranno richiesti, tra l’altro, regolari test Covid. Cercheremo di chiarire ciò con le autorità il più presto possibile. In seguito forniremo, come d‘abitudine, alle società un modello di piano di protezione e le FAQ.

Qualora la situazione continui a svilupparsi positivamente, ulteriori allentamenti dovrebbero essere decisi il 19 marzo 2021 con effetto dal 22 marzo 2021 in poi. Da questo momento in poi, tutto il calcio di base dovrebbe presumibilmente poter allenarsi e giocare di nuovo normalmente. È anche possibile che un pubblico limitato sia di nuovo ammesso da allora in poi. Perciò, se la situazione migliora ulteriormente e il Consiglio Federale prende le decisioni appropriate, una ripresa della stagione per i giocatori attivi e seniori, ma innanzitutto per gli allievi, può eventualmente essere considerata prima della data del 17/18 aprile 2021, che fu menzionata una settimana fa”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: