Nava: “Che sfide con Ligornetto e Riva. Il calcio ticinese merita più rispetto”

Ieri, duran­te “il Salot­to del Cal­cio regio­na­le”, è inter­ve­nu­to anche Andrea Nava, ani­ma del Coma­no e segre­ta­rio del PLR. Con lui abbia­mo discus­so di cal­cio regio­na­le, ma non solo. Ecco alcu­ni suo inter­ven­ti e, in cal­ce, il video del­la diretta.

“Che sfi­de con Ligor­net­to e Riva”

“Il Ligor­net­to per il Coma­no è una del­le bestie nere. Nel sen­so che, come Coma­no, abbia­mo due squa­dre con cui ci gio­chia­mo ‘la par­ti­ta’. Par­lo di Ligor­net­to e Riva San Vita­le, avver­sa­rie di vere bat­ta­glie spor­ti­ve in cam­po. Pen­so che sia Ligor­net­to che Riva pos­so­no somi­glia­re tan­to allo spi­ri­to del Coma­no, un grup­po di ami­ci pri­ma anco­ra di una squa­dra. Da que­ste sfi­de nasco­no sem­pre del­le bel­le emo­zio­ni. In cam­po sia­mo tut­ti gio­ca­to­ri: c’è sem­pre rispet­to, ma in cam­po si scen­de con una maglia e ci si scon­tra spor­ti­va­men­te par­lan­do per vin­ce­re una partita”.

Sul PSE e politica

“Tan­ti nel cal­cio regio­na­le sono impe­gna­ti per il ter­ri­to­rio e que­sta è una gran­de cosa. A Coma­no tan­ti gio­ca­to­ri sono coin­vol­ti nell’organizzazione del car­ne­va­le del pae­se. A Luga­no c’è que­sto gran­de pro­get­to dibat­tu­to. Come ogni gran­de pro­get­to c’è chi lo cri­ti­ca, e le cri­ti­che sono anche con­di­vi­si­bi­li in dibat­ti­to. Di que­sto pro­get­to si par­la di palaz­zet­to-are­na e tor­ri. Le tor­ri sono dibat­tu­te e tut­to il resto è con­di­vi­so. Lo sport ha que­sta gran­de for­za di uni­re e riu­ni­re diver­se sen­si­bi­li­tà. Il Luga­no non rischia la licen­za in Super Lea­gue per­ché sia­mo in un con­te­sto par­ti­co­la­re. La poli­ti­ca, a un cer­to pun­to, deve pas­sa­re ai fat­ti e lo sport neces­si­tà di que­sto sostegno.

L’Assemblea del par­ti­to si è espres­sa favo­re­vol­men­te con una stret­tis­si­ma mag­gio­ran­za. È sta­to un bel eser­ci­zio di dibat­ti­to. Il cal­cio tici­ne­se meri­ta più rispet­to anche per quan­to riguar­da le infra­strut­tu­re. Noi sia­mo la via di mez­zo tra l’Italia e la Sviz­ze­ra inter­na e pen­so che si pos­sa fare di più

Il soste­gno del­la poli­ti­ca è fon­da­men­ta­le. Il cal­cio ha ruo­lo di edu­ca­to­re, soprat­tut­to in età adolescenziale”.

Lea­der in campo

Il ruo­lo del capi­ta­no: sul cam­po devi dimo­stra­re di esse­re un lea­der, quei gio­ca­to­ri che si pren­do­no a cari­co la squa­dra, del­le per­so­ne che si assu­mo­no le respon­sa­bi­li­tà quan­do il momen­to lo richie­de. Il rap­por­to con l’allenatore è fon­da­men­ta­le. Un alle­na­to­re intel­li­gen­te defi­ni­sce quel­le che sono le per­so­ne attra­ver­so le qua­li far pas­sa­re i suoi mes­sag­gi. Un alle­na­to­re intel­li­gen­te è uno che cer­ca con­tat­to, coinvolgimento”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: