Parla Biancardi: “Zone rosse? Le norme ci sono e vanno rispettate”

Il pre­si­den­te del­la Fede­ra­zio­ne Tici­ne­se di Cal­cio Ful­vio Bian­car­di ha pro­va­to a fare chia­rez­za in meri­to alle pole­mi­che sol­le­va­te da un geni­to­re in meri­to ai gio­ca­to­ri pro­ve­nien­ti dal­le zone ros­se. Lo fa per il tra­mi­te di un’intervista rila­scia­ta a La Regio­ne: “Chi esce da Lom­bar­dia e Pie­mon­te deve far­lo per moti­vi di lavo­ro o salu­te. Non per anda­re a diver­tir­si facen­do sport. E que­sto deve esse­re chia­ro. È com­pi­to del Gover­no o del­la poli­zia ricor­da­re loro che non pos­so­no farlo”.
“Si trat­ta – aggiun­ge – di appli­ca­re le nor­me. Se ognu­no si crea le pro­prie rego­le c’è qual­co­sa che non va”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: