Paradiso, Caggiano: “Noi fermi. Altre squadre no. La pandemia si sconfigge con responsabilità individuale”

Il Para­di­so del pre­si­den­te Anto­nio Cag­gia­no non si sta alle­nan­do. Al con­tra­rio del­la Pri­ma Lega Pro­mo­tion, la Pri­ma Lega Clas­sic non cono­sce anco­ra una data di ripar­ten­za. Una situa­zio­ne, lega­ta a quel­la epi­de­mio­lo­gi­ca, che ha spin­to il nume­ro uno bian­co­ver­de a deci­de­re di inter­rom­pe­re gli allenamenti.

Inter­vi­sta­to dal sem­pre otti­mo Eco del­lo Sport, Cag­gia­no ha ammes­so che “non cono­scen­do una data cer­ta mi sem­bra inu­ti­le tor­na­re ad alle­nar­ci. I con­ta­gi sono in aumen­to e nes­su­no ci garan­ti­sce che si potrà effet­ti­va­men­te tor­na­re in campo”.

Poi par­la del suo Para­di­so: “Mi dà fasti­dio che alcu­ni gio­ca­to­ri si stia­no alle­nan­do con altre socie­tà. Fede­ra­zio­ne e Gover­no han­no le mani legate”.

L’invito ai pre­si­den­ti è quel­lo di “sospen­de­re gli alle­na­men­ti, che potran­no ripren­de­re un mese pri­ma dell’eventuale ripar­ten­za. La pan­de­mia si scon­fig­ge con una sana respon­sa­bi­li­tà individuale”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: