Un round pasquale cruciale per Lugano e Chiasso

Sono gior­ni di fuo­co in casa Chias­so. E non solo per le gior­na­te di sole che han­no scal­da­to l’am­bien­te nei pres­si del Riva IV. I ros­so­blù gui­da­ti da Bal­do Rai­ne­ri si gio­ca­no tut­to, o qua­si, nel­le pros­si­me due settimane.

La vigi­lia di Pasqua, Mani­co­ne e Com­pa­gni, la tra­scor­re­ran­no in cam­po. Que­sta sera alle 18:15, infat­ti, sono atte­si in casa del Win­ter­thur, che il Chias­so non bat­te dal 2018. Una tra­sfer­ta insi­dio­sa, ma che il Chias­so approc­cia con l’u­mo­re alto dopo il buon pari otte­nu­to pri­ma del­la sosta Nazio­na­li con­tro il Thun. Vener­dì, pros­si­mo, sarà inve­ce tem­po di scon­tro diret­to con­tro il Kriens.

Chi la Pasqua la pas­sa in cam­po è il Luga­no di Jaco­bac­ci, atte­so a Gine­vra per la sfi­da con il Ser­vet­te che vale il secon­do posto in clas­si­fi­ca. I bian­co­ne­ri, attua­le ter­za for­za, arri­va­no in casa dei gra­na­ta con un solo pun­to di svan­tag­gio e con un bilan­cio dei pre­ce­den­ti net­ta­men­te favo­re­vo­le. “Andia­mo a Gine­vra per vin­ce­re”, è il mes­sag­gio che l’al­le­na­to­re bian­co­ne­ro ha lan­cia­to in con­fe­ren­za stam­pa venerdì.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: