Lugano, oggi il Lucerna per approdare in semifinale

*Arti­co­lo da FCLUGANO.com

Dopo la vit­to­ria in cam­pio­na­to con il Losan­na e in atte­sa, dome­ni­ca, di far visi­ta ai cam­pio­ni sviz­ze­ri dell’YB, il Luga­no è di sce­na mar­te­dì in Cop­pa sviz­ze­ra. A Cor­na­re­do alle 17 si gio­che­ran­no i quar­ti di fina­le: avver­sa­rio il Lucer­na di Fabio Cele­sti­ni. Pri­ma dell’allenamento di rifi­ni­tu­ra di lune­dì pome­rig­gio il tec­ni­co Mau­ri­zio Jaco­bac­ci si è intrat­te­nu­to con i giornalisti.

“Ieri i gio­ca­to­ri era­no anco­ra stan­chi per il match di saba­to. Chi ha gio­ca­to con­tro i losan­ne­si ha svol­to un alle­na­men­to defa­ti­can­te, men­tre gli altri han­no lavo­ra­to in una sedu­ta bre­ve. Mi augu­ro che per doma­ni le bat­te­rie pos­sa­no esse­re rica­ri­ca­te com­ple­ta­men­te. Affron­tia­mo un impe­gno dif­fi­ci­le in una com­pe­ti­zio­ne che non ha nien­te a che vede­re con il cam­pio­na­to. Ce la gio­chia­mo alla pari per­ché incon­tria­mo una squa­dra che ha per­so l’ultima gara di cam­pio­na­to e sarà quin­di ram­ma­ri­ca­ta per la scon­fit­ta arri­va­ta negli ulti­mi secon­di. Vor­ran­no rifar­si in Cop­pa per ridar­si slan­cio pure in cam­pio­na­to. Affron­te­re­mo quin­di una squa­dra mol­to con­cen­tra­ta e mi augu­ro evi­den­te­men­te che anche noi sare­mo sul pez­zo al cen­to per cen­to per­ché desi­de­ria­mo pas­sa­re il turno.”

-Qua­li sono le con­di­zio­ni di Bau­mann e degli altri infortunati?

“L’infortunio del nostro por­tie­re pare meno gra­ve del pre­vi­sto anche se è pre­su­mi­bi­le che la distor­sio­ne alla cavi­glia lo ten­ga fer­mo per una deci­na di gior­ni. Sono anco­ra indi­spo­ni­bi­li sia Oss sia Guer­re­ro, quest’ultimo tor­ne­rà oggi ad alle­nar­si e potreb­be esse­re arruo­la­bi­le la pros­si­ma settimana.”

-Spes­so in Cop­pa ci si affi­da al tur­no­ver ma a que­sto sta­dio del­la com­pe­ti­zio­ne sarà dif­fi­ci­le far spa­zio a chi ha gio­ca­to meno o sbaglio?

“Schie­re­re­mo la miglior for­ma­zio­ne pos­si­bi­le, ci tenia­mo ad arri­va­re in semi­fi­na­le e voglia­mo met­te­re in cam­po le for­ze che pos­sa­no per­met­ter­ce­lo, come se fos­se un big match di campionato”.

-So che per un tec­ni­co è dif­fi­ci­le rispon­de­re ma dovre­te dare più che in cam­pio­na­to visto che la vit­to­ria in Cop­pa apre la stra­da per l’Europa come un secon­do o ter­zo posto.

“Più di quan­to stia­mo dan­do sarà dif­fi­ci­le che si rie­sca a fare. Spe­ro che pos­sia­mo ripe­ter­ci, ad esem­pio con­tro il Losan­na più di così non avrem­mo potu­to dare sul pia­no fisi­co, poi su quel­lo del gio­co qual­co­sa di meglio si può e si deve sem­pre fare. Dob­bia­mo vera­men­te apprez­za­re quel­lo che la squa­dra ha sapu­to fare fino a oggi in Super Lea­gue e mi augu­ro che que­sta men­ta­li­tà pos­sa esse­re tra­sfe­ri­ta doma­ni alla Cop­pa svizzera.”

-Se potes­se sce­glie­re tra la vit­to­ria in Cop­pa o il secon­do posto in cam­pio­na­to per cosa opterebbe?

“Sce­glie­rei tut­ti e due. Abbia­mo anco­ra le pos­si­bi­li­tà di otte­ne­re le due cose e dob­bia­mo cre­der­ci fino in fon­do. Sia­mo ter­zi in clas­si­fi­ca e cer­che­re­mo di difen­de­re que­sta posi­zio­ne che è mol­to impor­tan­te. Per quan­to riguar­da la Cop­pa voglia­mo foca­liz­zar­ci sul match di domani”

-Dopo l’eliminazione dell’YB è ancor più aumen­ta­to il fasci­no del­la Cop­pa, cioè di un tro­feo che puoi toc­ca­re con mano, espor­re e inse­ri­re negli anna­li del club?.

“La Cop­pa è sem­pre qual­co­sa di impor­tan­te, per quel­lo noi oggi ci cre­dia­mo e doma­ni ci cre­de­re­mo ancor mag­gior­men­te. Dovre­mo dispu­ta­re una signo­ra par­ti­ta con­tro un avver­sa­rio che in fase offen­si­va ha il secon­do miglior repar­to del cam­pio­na­to; quan­do attac­ca­no lo fan­no in cin­que o sei con ele­men­ti mol­to vali­di. A par­te Sor­gic, che non so se sarà anco­ra infor­tu­na­to, vi sono Schür­pf, Schaub, Ndiaye, Tasar e altri gio­va­ni. Poi a cen­tro­cam­po gen­te come Wehr­mann e Ugri­nic che va sem­pre a a ber­sa­glio. Dovre­mo sta­re mol­to atten­ti alla loro fase offen­si­va, poi è chia­ro che maga­ri in fase difen­si­va con­ce­do­no qual­co­sa ed è lì che dovre­mo esse­re bra­vi a pro­por­ci in avan­ti e far loro male.”

-Sie­te ter­zi in cam­pio­na­to con un bot­ti­no di pun­ti mai rag­giun­to in pas­sa­to, sie­te ai quar­ti di Cop­pa sviz­ze­ra e c’è anco­ra qual­cu­no che cri­ti­ca il vostro gio­co. Con­tro il Losan­na sie­te sta­ti con­cre­ti come rara­men­te in pas­sa­to. Vi dà fasti­dio che ci sia gen­te mai contenta?

“Ognu­no ha dirit­to di espri­mer­si. Io sosten­go che la squa­dra sta facen­do mol­to bene. Nel­le ulti­me quat­tro par­ti­te abbia­mo rac­col­to 10 pun­ti. Chi ha visto la par­ti­ta a Vaduz, che abbia­mo vin­to 3–0, o quel­la inter­na con il Basi­lea (vit­to­ria per 1–0) o anco­ra il match di Gine­vra per i pri­mi 70′ ha visto un Luga­no che ha gio­ca­to vera­men­te un bel cal­cio. Poi è vero che a vol­te non si può tene­re così per 90′, c’è anche un avver­sa­rio di fron­te e una pic­co­la fles­sio­ne nel cor­so del­la par­ti­ta ci sta. Ma la squa­dra ha pro­po­sto ulti­ma­men­te un bel cal­cio e i risul­ta­ti e il gio­co espres­so fan­no stato.”

-Doma­ni non si potrà sta­re a discu­te­re sul bel gio­co, biso­gne­rà vincere.

“L’importante sarà pas­sa­re il tur­no, poi il bel gio­co se ci sarà bene ma dovre­mo esse­re con­cre­ti, soli­di e robu­sti. Il Lucer­na è una squa­dra fisi­ca e spe­cie sul­le pal­le inat­ti­ve dovre­mo esse­re bravi”.

-Anco­ra una doman­da sui lucer­ne­si: sono avver­sa­ri che sof­fri­te in modo particolare?

“No, da quan­do sono a Luga­no ‑a par­te l’ultima par­ti­ta gio­ca­ta il mese scor­so a Cor­na­re­do, dov’eravamo anco­ra in van­tag­gio a die­ci minu­ti dal­la fine- non abbia­mo mai per­so. Ci sono sta­ti alcu­ni pareg­gi ma nes­su­na scon­fit­ta. Anche loro ci sof­fro­no in quan­to abbia­mo argo­men­ti vali­di da far vale­re. Riba­di­sco comun­que che il Lucer­na non meri­ta la clas­si­fi­ca che occu­pa attual­men­te, è una squa­dra da par­te alta.”

-E’ con­ten­to del modu­lo con due pun­te e Bot­ta­ni alle loro spalle?

“Sì. Gio­ca­re con due attac­can­ti può dar­ti mag­gio­ri solu­zio­ni in avan­ti e ulte­rio­ri pos­si­bi­li­tà di pas­sag­gio per Bot­ta­ni e i cen­tro­cam­pi­sti che ven­go­no dal­le retro­vie. Il bari­cen­tro del­la squa­dra può resta­re più alto anche se biso­gna man­te­ne­re il giu­sto equi­li­brio tra le due fasi. Con­tro il Losan­na, che ha schie­ra­to pri­ma due e poi tre o quat­tro pun­te, sia­mo sta­ti mes­si in dif­fi­col­tà per­ché han­no spin­to alla gran­de per cer­ca­re il pareg­gio. Non sia­mo sta­ti abba­stan­za bra­vi nel fina­le quan­do recu­pe­ra­va­mo pal­la, a tener­la e far­la gira­re per costrin­ger­li a difen­de­re. Que­sto sarà impor­tan­te anche doma­ni: ver­ti­ca­liz­zan­do quan­do è pos­si­bi­le ma in caso con­tra­rio man­te­nen­do il pos­ses­so per far cor­re­re l’avversario e far­lo soffrire.”

-Col Losan­na, che pres­sa­va mol­to alto, le due pun­te han­no fati­ca­to a crear­si occa­sio­ni, si può lavo­ra­re per fare in modo che doma­ni sia­no mag­gior­men­te pre­sen­ti in area?

“Mi augu­ro che con­tro il Lucer­na avre­mo mag­gio­ri pos­si­bi­li­tà di far­ci vale­re sul fron­te offen­si­vo. Dovre­mo gesti­re meglio il pal­lo­ne quan­do ci avvi­ci­nia­mo alla loro area, alzan­do il bari­cen­tro e met­ten­do in dif­fi­col­ta gli avver­sa­ri. E’ una par­ti­ta sen­za pareg­gio, si deve cer­ca­re di vin­ce­re per for­za di cose.”

-Tor­ne­rà dopo la squa­li­fi­ca anche Custodio.

“Con Oli­ver abbia­mo a dispo­si­zio­ne un ele­men­to non solo di qua­li­tà ma anche di quan­ti­tà che non fa male al gruppo”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: