Team Ticino, buona vittoria della U18. Pari della U16 e U15

FC Win­ter­thur II — Team Tici­no U21 2:0

Pri­ma par­ti­ta del­la secon­da par­te di que­sto spe­cia­le tor­neo al qua­le man­ca­no le for­ma­zio­ni U21 che mili­ta­no in pri­ma lega pro­mo­tion. I ragaz­zi di More­si si sono con­fron­ta­ti con­tro un buon Win­ter­thur. Gli zuri­ghe­si si sono otti­ma­men­te com­por­ta­ti nel tor­neo pre­ce­den­te clas­si­fi­can­do­si quar­ti. La par­ti­ta è sta­ta com­bat­tu­ta con i padro­ni di casa che si sono pre­sen­ta­ti anche con qual­che gio­ca­to­re esper­to. Il risul­ta­to fina­le è sta­to frut­to di un rigo­re a sfa­vo­re dei tici­ne­si in avvio di gara e da una ripar­ten­za — al 32esimo — gesti­ta male dai tici­ne­si che fis­sa il risul­ta­to sul 2 a 0. Nel secon­do tem­po con un Win­ter­thur mol­to chiu­so i ros­so­blù han­no pro­va­to in diver­si modi a ria­pri­re la par­ti­ta fal­len­do qual­che occa­sio­ne di trop­po. Pre­sta­zio­ne comun­que sod­di­sfa­cen­te per i tici­ne­si con­si­de­ran­do anche le diver­se assenze.

NE Xamax — Team Tici­no U18 1:2

Reti: 15’ Pif­fe­ro, 39’ Bollati

Allo Sta­de de la Mala­diè­re di Neu­châ­tel la U18 di Lan­za vin­ce e con­vin­ce nel­la par­ti­ta con­tro i pari età del Team Xamax. Par­ti­ta mol­to bel­la e inter­pre­ta­ta bene dai ros­so­blù. Al 15’ Pif­fe­ro segna con un bel col­po di testa – su cor­ner — la rete del 1 a 0. I tici­ne­si non demor­do­no e al 39’ Bol­la­ti su puni­zio­ne segna il 2 a 0. Il secon­do tem­po è una foto­co­pia del pri­mo tem­po con for­se meno intra­pren­den­za dei tici­ne­si e con lo Xamax a pro­va­re a recu­pe­ra­re ed al 87esimo i padro­ni di casa segna­no sul pri­mo vero erro­re difen­si­vo dei ros­so­blù. Buo­na pro­va per la U18 che nel­la for­ma­zio­ne tito­la­re sono sce­si in cam­po con 6 gio­ca­to­ri nati nel 2004, mostran­do una buo­na per­so­na­li­tà ed un otti­mo spirito.

Team Tici­no U16 — FC Win­ter­thur 2:2

Reti: 49’ Savo­ia (Penal­ty), 85’ Neelakandan

La par­ti­ta ini­zia in sali­ta per il Team Tici­no, dopo die­ci minu­ti il Win­ter­thur è già in van­tag­gio per 2–0. Il pri­mo goal giun­ge su un cal­cio d’angolo cal­cia­to sul pri­mo palo, men­tre nel­la secon­da rete un attac­can­te ospi­te è bra­vo ad appro­fit­ta­re di un erro­re in usci­ta dei tici­ne­si. I ros­so­blù pro­va­no a rea­gi­re e al minu­to 40 han­no l’occasione di accor­cia­re le distan­ze su cal­cio di rigo­re, la fina­liz­za­zio­ne ter­mi­na però sopra la tra­ver­sa. Si va alla pau­sa sul­lo 0–2. Dopo l’intervallo, il Team Tici­no tor­na in cam­po con spi­ri­to com­bat­ti­vo e met­te imme­dia­ta­men­te alle cor­de gli avver­sa­ri. Al 49esimo Samuel Savo­ia tra­sfor­ma un cal­cio di rigo­re e por­ta il risul­ta­to sull’1–2. Al minu­to 63, gli ospi­ti riman­go­no in die­ci uomi­ni per som­ma di ammo­ni­zio­ni. I ragaz­zi tici­ne­si pro­va­no a impen­sie­ri­re la dife­sa avver­sa­ria e a cin­que minu­ti dal fischio fina­le tro­va­no la
rete del pareg­gio. Andrea Mila­no si accen­tra dal­la sini­stra e con un fil­tran­te con il pie­de destro imbec­ca Ran­jan Nee­la­kan­dan che con un inse­ri­men­to nei 5 metri bat­te il por­tie­re avversario.

Team Tici­no U15A — FC Win­ter­thur 1:4

Rete: 46’ Oliva

Scon­fit­ta dal risul­ta­to bugiar­do per la U15 Aca­de­my di Par­ga­lia in una par­ti­ta estre­ma­men­te equi­li­bra­ta fino al 65’. Poi una serie di inde­ci­sio­ni per­met­te al Win­ter­thur di pareg­gia­re e pren­de­re il lar­go. Nel fina­le i tici­ne­si si sbi­lan­cia­no alla ricer­ca del gol che potreb­be ria­pri­re tut­to ma con­ce­de il fian­co agli zuri­ghe­si che chiu­do­no in ripar­ten­za sul 4–1. Occa­sio­ne per­sa per i gio­va­ni ros­so­blù in una set­ti­ma­na – per la cate­go­ria U15 nazio­na­le — dai risul­ta­ti sorprendenti.

Team Zürich-Ober­land — Team Tici­no U15 2:2

Reti: 73’ Gjor­g­jie­v­ski, 78’ Cuoco

Comin­cia for­te lo Zuri­go che rima­ne padro­ne del gio­co duran­te il pri­mo tem­po e al 10′ pas­sa in van­tag­gio. Il secon­do tem­po ini­zia con un Team Tici­no più pro­po­si­ti­vo ma sono sem­pre i padro­ni di casa a rad­dop­pia­re al 55′ su un’azione simi­le a quel­la del pri­mo gol. Da que­sto momen­to i ros­so­blù pren­do­no ini­zia­ti­va e comin­cia­no a crea­re occa­sio­ni e a cer­ca­re il gol che arri­va al 72′ su pal­la inat­ti­va gra­zie al col­po di testa di Gjor­g­jie­v­ski. Al 78′ c’è subi­to il pareg­gio di Cuo­co che sfrut­ta un lan­cio in pro­fon­di­tà di Buc­cil­li e sigla il 2–2 fina­le. Nel fina­le ci sono occa­sio­ni per entram­bi ma nes­sun gol.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: