L’Arzo Femminile si scioglie: “fine di un ciclo fisiologico”

Comu­ni­ca­to ASM Arzo:

È con estre­mo dispia­ce­re, ma con la con­sa­pe­vo­lez­za di aver fat­to il pos­si­bi­le, che comu­ni­chia­mo la fine di una fan­ta­sti­ca real­tà, quel­la dell’ASM Arzo fem­mi­ni­le. La dra­sti­ca deci­sio­ne si è resa neces­sa­ria per più moti­vi, lega­ti ad un filo comu­ne: la man­can­za di un nume­ro di gio­ca­tri­ci suf­fi­cien­te per poter affron­ta­re, nel caso sarà pos­si­bi­le a cau­sa del­la pan­de­mia, le par­ti­te che resta­no per con­va­li­da­re la sta­gio­ne 2020/21. Doves­se­ro ripre­sen­tar­si le con­di­zio­ni idea­li non esclu­dia­mo un ritor­no in futuro.

Come ogni anno abbia­mo deci­so di iscri­ver­ci al cam­pio­na­to con­tan­do su un ampio grup­po, com­po­sto da 20–25 gio­ca­tri­ci, ma una buo­na par­te di que­ste ha deci­so di abban­do­na­re l’attività con il pas­sa­re dei mesi. Le moti­va­zio­ni che ci han­no for­ni­to sono diver­se e sono soprat­tut­to lega­te a que­stio­ni for­ma­ti­ve e pro­fes­sio­na­li. Non nascon­dia­mo che anche il coro­na­vi­rus ha gio­ca­to un ruo­lo impor­tan­te: diver­se di loro lavo­ra­no in ambi­to sani­ta­rio e, com­pren­si­bil­men­te, han­no volu­to limi­ta­re i con­tat­ti per evi­ta­re di cau­sa­re pro­ble­mi sul posto di lavoro.

Per una socie­tà pic­co­la come la nostra sup­por­ta­re e soste­ne­re due squa­dre distin­te, una maschi­le e una fem­mi­ni­le, non è mai sta­to faci­le, ma lo abbia­mo fat­to per più anni met­ten­do­ci tut­to l’impegno e la pas­sio­ne che richie­de­va­no. Per l’ASM Arzo fem­mi­ni­le, che pur­trop­po non può con­ta­re su una squa­dra di allie­ve in gra­do di garan­ti­re annual­men­te un ricam­bio gene­ra­zio­na­le, è dun­que giun­ta la fine di un ciclo fisio­lo­gi­co. Un ciclo arric­chen­te per tut­ti, di cui andre­mo sem­pre fie­ri, e che ci ha rega­la­to momen­ti dav­ve­ro pia­ce­vo­li, come la pro­mo­zio­ne di due anni or sono in Ter­za Lega.

Le ragaz­ze rima­ste avran­no la pos­si­bi­li­tà di con­ti­nua­re la loro espe­rien­za cal­ci­sti­ca con il Baler­na, che ci tenia­mo a rin­gra­zia­re dav­ve­ro di cuo­re per la pro­fi­cua col­la­bo­ra­zio­ne di que­sti anni. Gra­zie a tut­te e a tut­ti, è sta­ta dav­ve­ro una fan­ta­sti­ca avventura!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: