Chiasso, Cortesi rimanda il discorso salvezza all’ultima giornata

Ser­vi­va l’im­pre­sa e l’im­pre­sa non è arri­va­ta. Il Chias­so di Bal­do Rai­ne­ri rime­dia un solo pun­to in casa del­lo Sciaf­fu­sa e, com­pli­ce il pari del­lo Xamax con­tro il GC, si rega­la un con­fron­to thril­ler all’ul­ti­ma di cam­pio­na­to. Un suc­ces­so, in vir­tù del­la mag­gior dif­fe­ren­za reti dei neo­ca­stel­la­ni, potreb­be addi­rit­tu­ra non basta­re. Per sal­var­si, il Chias­so, ha biso­gno di vin­ce­re con alme­no tre reti di scar­to. Impre­sa non sem­pli­ce, ma nel cal­cio — si sa – mai dire mai…

Quel­lo visto al Lipo Park, però, è un Chias­so dou­ble face. I padro­ni di casa, pas­sa­ti in van­tag­gio con l’ex Pol­le­ro, han­no sicu­ra­men­te mostra­to più deter­mi­na­zio­ne e con­vin­zio­ne nel voler­si assi­cu­ra­re i tre pun­ti. Una rete i Cor­te­si ha evi­ta­to la retro­ces­sio­ne mate­ma­ti­ca rin­vian­do ogni discor­so negli ulti­mi 90′ di una sta­gio­ne lunghissima.

Da doma­ni par­to­no i sei gior­ni più impor­tan­ti del­la sto­ria recen­te del Chiasso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: