Addio Europa, ma il Lugano torna a vincere

*Arti­co­lo da FC Lugano

Il Luga­no è tor­na­to. La maglia ver­de indos­sa­ta in ono­re di Gree­n­ho­pe ha por­ta­to bene anche quest’anno. Sab­ba­ti­ni e com­pa­gni han­no vin­to, rea­liz­zan­do tre reti e mostran­do a trat­ti il vol­to dei mesi scor­si. Gio­ca­ta in velo­ci­tà, otti­mo asset­to difen­si­vo con Bau­mann a far­si tro­va­re pron­to quan­do vie­ne chia­ma­to in cau­sa. Con­tro que­sta squa­dra il Sion, pur affa­ma­to di pun­ti, non ha potu­to nul­la. E’ sta­to qua­si sem­pre in dif­fi­col­tà, andan­do sot­to nel pri­mo tem­po su cal­cio di rigo­re e non riu­scen­do mai a insi­dia­re i padro­ni di casa.

Già pri­ma del van­tag­gio il Luga­no si era fat­to pre­fe­ri­re e ave­va crea­to due gros­se occa­sio­ni con Bot­ta­ni che ha cal­cia­to addos­so a Fic­ken­tscher e Custo­dio la cui con­clu­sio­ne è sta­ta devia­ta dal­lo stes­so Bot­ta­ni a fil di palo. Il penal­ty è sta­to accor­da­to al quar­to d’ora dopo l’intervento del VAR per un fal­lo di mano di un difen­so­re su capoc­cia­ta di Covi­lo su azio­ne d’angolo. Ha bat­tu­to Zie­gler, il por­tie­re ha respin­to ma il difen­so­re ha riba­di­to in gol. Nel fina­le di tem­po ci sono sta­te altre due reti: ha rad­dop­pia­to la squa­dra del pre­si­den­te Ren­zet­ti con una disce­sa di Gerndt che ha cen­tra­to raso­ter­ra per due com­pa­gni libe­ri in area, il difen­so­re Lacroix in sci­vo­la­ta ha devia­to la pal­la nel­la pro­pria por­ta. Un minu­to dopo disce­sa di Kar­len, che è par­so par­ti­re da posi­zio­ne di fuo­ri gio­co, cross lun­go per l’accorrente Toset­ti che al volo ha insaccato.

Nel secon­do tem­po si atten­de­va il for­cing val­le­sa­no ma, dopo un ini­zia­le perio­do di con­trol­lo, i ragaz­zi di Jaco­bac­ci sono tor­na­ti a gui­da­re le dan­ze pur affi­dan­do­si alle ripar­ten­ze. Pri­ma Bot­ta­ni, dopo aver drib­bla­to due avver­sa­ri, ha cal­cia­to a lato. Subi­to dopo è arri­va­ta la ter­za rete: puni­zio­ne di Zie­gler dal­la tre­quar­ti pal­lo­ne ribat­tu­to in area dal­la fascia destra con Bot­ta­ni lesto a ser­vi­re Gerndt che da 18 metri ha ful­mi­na­to Fic­ken­tscher. La par­ti­ta in pra­ti­ca è fini­ta qui anche se a tac­cui­no ci sono anco­ra due bel­le para­te di Bau­mann su Serey Die e Toset­ti e un pas­sag­gio di Ardaiz a Gerndt con con­clu­sio­ne rav­vi­ci­na­ta devia­ta in ango­lo dal portiere.

Tre pun­ti suda­ti e gua­da­gni con meri­to che assi­cu­ra­no al Luga­no, come mini­mo, il sesto posto in cam­pio­na­to. L’Europa se n’è anda­ta ma la sta­gio­ne resta mol­to posi­ti­va e ver­rà chiu­sa vener­dì a Lucerna.

RETI: 18′ Zie­gler, 44′ Lacroix (auto­gol), 46′ Toset­ti, 69′ Gerndt.

AMMONITI: Zock, Kar­ren, Lacroix, Serey Die, Guer­re­ro, Sab­ba­ti­ni, Baumann.

LUGANO: Bau­mann, Lavan­chy, Oss, Zie­gler, Guer­re­ro, Custo­dio, Sab­ba­ti­ni, Covi­lo, Lovric (67′ Gui­dot­ti), Gerndt (90′ Macek), Bot­ta­ni (80′ Ardaiz). Indi­spo­ni­bi­li: Abu­ba­kar, Dapre­là, Maric e Kecskes.

SION: Fic­ken­tscher, Cava­ré, Lacroix, Ndoye, Iapi­chi­no, Araz, Zock, Toset­ti, Kha­sa, Hoa­rau, Kar­len. Indi­spo­ni­bi­li: Bamert,Abdellaoui, Wesley.

ARBITRO: Adrien Jac­cot­tet. Assi­sten­ti: Vital Jobin e Pascal Hir­zel. Quar­to arbi­tro: Tobias Thies.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: