Il giorno più atteso dal Team Ticino: stasera la finale di Coppa Svizzera. Lanza: “Carichi e motivati”

Ci sono gior­ni più impor­tan­ti di altri, ci sono par­ti­te desti­na­te a rima­ne­re nel­la sto­ria a pre­scin­de­re dal risul­ta­to. È il caso, que­sto, del Team Tici­no U18 tar­ga­to Andrea Lan­za, che que­sta sera si gio­ca la fina­le di Cop­pa Sviz­ze­ra di categoria.

Un risul­ta­to pre­sti­gio­so, già rag­giun­to due vol­te dal club con sede a Tene­ro. A Lan­za e i suoi il com­pi­to di pro­va­re a vin­ce­re il pri­mo tro­feo del­la sto­ria. Non sarà faci­le, ma una fina­le non lo è per anto­no­ma­sia. Il tec­ni­co del­la U18 ha par­la­to ieri ai col­le­ghi del Cor­rie­re del Tici­no.

“Dicia­mo che la ten­sio­ne comin­cia a far­si sen­ti­re. I ragaz­zi sono i più tran­quil­li. Sono cari­chi e con­cen­tra­ti per fare bene”. Un anti­pa­sto del­la sfi­da che oppor­rà il club tici­ne­se al Ser­vet­te (fischio d’i­ni­zio 20:30 a Bien­ne) c’è già sta­to que­sto fine set­ti­ma­na, con la for­ma­zio­ne gine­vri­na che si è inta­sca­ta i tre pun­ti. “Ma noi abbia­mo dato spa­zio a chi fino­ra ha gio­ca­to meno”. Ha coper­to le car­te, quin­di, il Team Tici­no, affa­ma­to di un tro­feo che aggiun­ge­reb­be valo­re e pre­sti­gio al già otti­mo lavo­ro del­lo staff capi­ta­na­to da Mas­si­mo Immer­si.

Lan­za potrà con­ta­re su Muci e Bol­la­ti, nel wee­kend impie­ga­ti rispet­ti­va­men­te con Luga­no e Bellinzona.

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: