Ceresio, parla mister promozione Bekim Ahmeti: “Felice e orgoglioso. Ho sempre creduto nei giocatori”

Bekim Ahme­ti è un alle­na­to­re vin­cen­te, ma soprat­tut­to feli­ce. Lui, l’ar­te­fi­ce del ritor­no del Cere­sio in Ter­za Lega dopo 16 anni, si gusta il sapo­re del­la vit­to­ria. Una vit­to­ria cer­ca­ta, volu­ta, cura­ta lun­go una sta­gio­ne a metà a cau­sa del Covid, ma pur sem­pre (e for­se anco­ra di più) indelebile.

Ahme­ti spar­ti­sce i meri­ti con socie­tà e ragaz­zi. Tut­ta la com­pa­gi­ne bian­co­ros­sa, a par­ti­re dal con­dot­tie­ro, ha mes­so in cam­po sudo­re, fati­ca e sacri­fi­co: la ricet­ta dei vin­cen­ti. Lo abbia­mo inter­vi­sta­to a 48 ore qua­si dal­la promozione.

“Le sen­sa­zio­ni che pro­vo in que­sto momen­to sono tan­te ed inde­scri­vi­bi­li. Di cam­pio­na­ti ho avu­to la for­tu­na di vin­cer­ne tan­ti, ma que­sto è sta­to diver­so e qual­co­sa di dav­ve­ro spe­cia­le. Gio­ia ed orgo­glio pre­val­go­no anche se, come det­to, le sen­sa­zio­ni che si pro­va­no sono dav­ve­ro tan­te e soprat­tut­to positive”.

La pro­mo­zio­ne del Cere­sio è arri­va­ta a suon di vit­to­rie: 8 in altret­tan­te gare. “Quan­to lo abbia­mo volu­to? Tan­to. E dopo tan­to duro lavo­ro, tan­ti sacri­fi­ci e tan­ta moti­va­zio­ne, tan­ta umil­tà e rispet­to ecco­ci campioni”.

Abbia­mo chie­sto all’al­le­na­to­re del Cere­sio se c’è sta­ta una par­ti­ta deci­si­va nel suo cam­mi­no. “Ho sem­pre cre­du­to nei miei gio­ca­to­ri e nel nostro poten­zia­le – rispon­de –. Ho sem­pre det­to ai miei di pen­sa­re a par­ti­ta dopo par­ti­ta, ma se dob­bia­mo sce­glie­re un momen­to clou, la vit­to­ria con­tro il Pura in casa nostra è sta­ta un gran­de svol­ta per il nostro cammino”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: