Fairplay più che mai decisivo. Ma cosa valgono gli scontri diretti?

Si è chiu­so defi­ni­ti­va­men­te il cam­pio­na­to più stra­no che il cal­cio regio­na­le abbia mai cono­sciu­to. Il solo giro­ne d‘andata, infra­mez­za­to dal­la sosta lega­ta alla pan­de­mia, è basta­to per decre­ta­re vin­ti e vin­ci­to­ri. Gio­ie e dolo­ri. Sor­ri­si e lacri­me. Non è così che dovreb­be anda­re una sta­gio­ne, ma di fron­te alle logi­che di un virus bastar­do non ci resta altri­men­ti. Si è arri­va­ti all’obiettivo dichia­ra­to: il fami­ge­ra­to 50% per vali­da­re le classifiche.

Ci si è arri­va­ti a sten­to: con squa­dre (non tut­te, ovvia­men­te) let­te­ral­men­te fal­ci­dia­te dagli infor­tu­ni e costret­te a fare i con­ti con la cal­co­la­tri­ce alla mano per cal­co­la­re pun­ti Fair­Play e tan­to altro. Mai come in que­sta stra­na sta­gio­ne, quin­di, la clas­si­fi­ca fair play e i pun­ti di pena­li­tà sono sta­ti deci­si­vi. Per alcu­ne a favo­re, per altre a sfa­vo­re. I “male­det­ti“ car­tel­li­ni sono sta­ti deci­si­vi in parec­chi campionati.

Pen­sia­mo, ovvia­men­te, alla Secon­da Lega, dove il Castel­lo ha vin­to lo scon­tro diret­to con l‘Ascona, ma com­pli­ce una peg­gio­re clas­si­fi­ca fair play non ha potu­to festeg­gia­re la pro­mo­zio­ne. Ne è nata una par­ti­ta deci­sa­men­te stra­na, con i locar­ne­si che, rego­la­men­to alla mano, han­no bada­to più a gesti­re l’agonismo che ad anda­re in gol. Ne ha risen­ti­to lo spet­ta­co­lo, le emo­zio­ni che uno scon­tro diret­to all’ultima gior­na­ta può regalare.

Ma il Castel­lo è in buo­na com­pa­gnia. Nel Grup­po 1 di Quar­ta Lega, esce ‘scor­na­to’ anche il Bre­gan­zo­na di Del Fan­te, che ha chiu­so al secon­do posto al pari del Boglia ma per i moti­vi sopra­ci­ta­ti deve aspet­ta­re i ver­det­ti di Secon­da Interregionale.

Iden­ti­ca la situa­zio­ne nel Grup­po 2, dove Bia­sche­si e Intra­gna chiu­do­no appa­ia­ti al ter­zo posto a 20 pun­ti, ma l‘Intragna è fuo­ri dai gio­chi per la clas­si­fi­ca FairPlay.

Pur con­di­vi­den­do lo spi­ri­to nobi­le del­la prio­ri­tà ai pun­ti di pena­li­tà, chie­dia­mo come – cal­ci­sti­ca­men­te par­lan­do – pos­sa­no pre­va­le­re sul valo­re degli scon­tri diret­ti, essen­za del gio­co del cal­cio in ogni categoria.

(RV)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: