Ligornetto, Ravani: “Pronto all’ottava stagione. Le rivali per l’anno prossimo sono…”

Andrea Ravani ha guidato il suo Ligornetto al terzo posto nel Gruppo 1 di Terza Lega alle spalle di due corazzate come Collina e Agno confermando che l’ottima “metà” scorsa stagione, interrotta quando i momò condividevano la vetta a punteggio pieno. Abbiamo intervistato l’allenatore tra bilanci dell’appena conclusa stagione e uno sguardo al prossimo campionato.

Mister, che voto dà alla sua squadra in questa “mezza” stagione?

“È stata talmente una stagione particolare che non è stato facile trovare le motivazioni per ricominciare dopo l’interruzione e giocare sette partite in venti giorni. Complessivamente i risultati sono in linea con la scorsa stagione anche se abbiamo preso qualche gol di troppo. Complessivamente penso che un 5 possa essere la nota più corretta”.

Ci avete abituato a restare lì in alto a lottare. È corretto ipotizzare che il Ligornetto possa essere considerato tra i favoriti nella prossima stagione?

“Siamo stati in alto nelle ultime due stagioni che però sono state interrotte o concluse come tutti sappiamo. Bisogna dare continuità ai risultati nell’arco di una stagione anche perché il campionato di terza lega è difficile e imprevedibile. Penso che si possono indicare almeno 3-4 squadre che possono vincere, penso a Melide e a Monteceneri che, dal mio punto di vista sono due squadre che giocano bene e con giocatori di qualità”.

Andrea Ravani che voto si dà?

“Generalmente sono gli altri che dovrebbero darmi dei voti. Per me è stato molto complicato gestire gli allenamenti nel rispetto delle disposizioni covid e giocare un numero così alto di partite… onestamente non so darmi un voto…. Bisognerebbe girare la domanda al mio presidente”.

Resterà l’allenatore del Ligornetto?

“La prossima stagione sarà la mia ottava stagione a Ligornetto. Ci sono i presupposti per lavorare bene, la società è molto presente e per un allenatore questo è importante”.

Guardando indietro, pensa che le troppe partite ravvicinate abbiamo rappresentato un problema di energie mentali e fisiche per i tuoi?

“Le ultime partite sono state mentalmente complicate e fisicamente eravamo veramente “cotti”. Praticamente non ho più fatto allenamento dopo la terza partita di campionato. Ho fatto solo brevi attività per recuperare… ma non voglio prendere scuse perché Collina d’oro è stata una squadra fortissima in tutto ed Agno ha vinto tutte le partite da quando abbiamo ripreso. Hanno due ottimi allenatori con una struttura societaria seria e organizzata. Faccio loro i miei complementi e gli auguro di giocare il prossimo campionato di seconda lega da protagonisti”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: