Ligornetto, Ravani: “Pronto all’ottava stagione. Le rivali per l’anno prossimo sono…”

Andrea Rava­ni ha gui­da­to il suo Ligor­net­to al ter­zo posto nel Grup­po 1 di Ter­za Lega alle spal­le di due coraz­za­te come Col­li­na e Agno con­fer­man­do che l’ot­ti­ma “metà” scor­sa sta­gio­ne, inter­rot­ta quan­do i momò con­di­vi­de­va­no la vet­ta a pun­teg­gio pie­no. Abbia­mo inter­vi­sta­to l’al­le­na­to­re tra bilan­ci del­l’ap­pe­na con­clu­sa sta­gio­ne e uno sguar­do al pros­si­mo campionato.

Mister, che voto dà alla sua squa­dra in que­sta “mez­za” stagione?

“È sta­ta tal­men­te una sta­gio­ne par­ti­co­la­re che non è sta­to faci­le tro­va­re le moti­va­zio­ni per rico­min­cia­re dopo l’interruzione e gio­ca­re set­te par­ti­te in ven­ti gior­ni. Com­ples­si­va­men­te i risul­ta­ti sono in linea con la scor­sa sta­gio­ne anche se abbia­mo pre­so qual­che gol di trop­po. Com­ples­si­va­men­te pen­so che un 5 pos­sa esse­re la nota più corretta”.

Ci ave­te abi­tua­to a resta­re lì in alto a lot­ta­re. È cor­ret­to ipo­tiz­za­re che il Ligor­net­to pos­sa esse­re con­si­de­ra­to tra i favo­ri­ti nel­la pros­si­ma stagione?

“Sia­mo sta­ti in alto nel­le ulti­me due sta­gio­ni che però sono sta­te inter­rot­te o con­clu­se come tut­ti sap­pia­mo. Biso­gna dare con­ti­nui­tà ai risul­ta­ti nell’arco di una sta­gio­ne anche per­ché il cam­pio­na­to di ter­za lega è dif­fi­ci­le e impre­ve­di­bi­le. Pen­so che si pos­so­no indi­ca­re alme­no 3–4 squa­dre che pos­so­no vin­ce­re, pen­so a Meli­de e a Mon­te­ce­ne­ri che, dal mio pun­to di vista sono due squa­dre che gio­ca­no bene e con gio­ca­to­ri di qualità”.

Andrea Rava­ni che voto si dà?

“Gene­ral­men­te sono gli altri che dovreb­be­ro dar­mi dei voti. Per me è sta­to mol­to com­pli­ca­to gesti­re gli alle­na­men­ti nel rispet­to del­le dispo­si­zio­ni covid e gio­ca­re un nume­ro così alto di par­ti­te… one­sta­men­te non so dar­mi un voto…. Biso­gne­reb­be gira­re la doman­da al mio presidente”.

Reste­rà l’allenatore del Ligornetto?

“La pros­si­ma sta­gio­ne sarà la mia otta­va sta­gio­ne a Ligor­net­to. Ci sono i pre­sup­po­sti per lavo­ra­re bene, la socie­tà è mol­to pre­sen­te e per un alle­na­to­re que­sto è importante”.

Guar­dan­do indie­tro, pen­sa che le trop­pe par­ti­te rav­vi­ci­na­te abbia­mo rap­pre­sen­ta­to un pro­ble­ma di ener­gie men­ta­li e fisi­che per i tuoi?

“Le ulti­me par­ti­te sono sta­te men­tal­men­te com­pli­ca­te e fisi­ca­men­te era­va­mo vera­men­te “cot­ti”. Pra­ti­ca­men­te non ho più fat­to alle­na­men­to dopo la ter­za par­ti­ta di cam­pio­na­to. Ho fat­to solo bre­vi atti­vi­tà per recu­pe­ra­re… ma non voglio pren­de­re scu­se per­ché Col­li­na d’oro è sta­ta una squa­dra for­tis­si­ma in tut­to ed Agno ha vin­to tut­te le par­ti­te da quan­do abbia­mo ripre­so. Han­no due otti­mi alle­na­to­ri con una strut­tu­ra socie­ta­ria seria e orga­niz­za­ta. Fac­cio loro i miei com­ple­men­ti e gli augu­ro di gio­ca­re il pros­si­mo cam­pio­na­to di secon­da lega da protagonisti”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: