Malcantone, mister Bettinelli: “Soddisfatto di quanto visto. La prossima stagione puntiamo a essere protagonisti”

Ste­fa­no Bet­ti­nel­li è un alle­na­to­re sod­di­sfat­to. L’ex Vare­se e Men­dri­sio – tra le altre – ha gui­da­to il Mal­can­to­ne in Secon­da Lega nel ‘mini’ tor­neo per con­clu­de­re il giro­ne d’an­da­ta. La sua è sta­ta una del­le com­pa­gi­ni più in for­ma col­le­zio­nan­do nove pun­ti in cin­que par­ti­te sen­za mai perdere.

“Al di là dei pun­ti – com­men­ta a labor­sport – sono sod­di­sfat­to di quan­to visto. Que­ste cin­que par­ti­te mi sono ser­vi­te per capi­re che grup­po ave­vo a dispo­si­zio­ne. È vero, ci alle­na­va­mo da mesi. Ma un con­to è alle­nar­si e un con­to è gio­ca­re. Le qua­li­tà dei gio­ca­to­ri le vedi soprat­tut­to in par­ti­ta. Il bilan­cio è mol­to posi­ti­vo: sono sod­di­sfat­to di quan­to visto, più di quan­to mi aspet­tas­si one­sta­men­te. L’at­teg­gia­men­to e la qua­li­tà dei ragaz­zi mi han­no stupito”.

“Ho tro­va­to — con­ti­nua – un cam­pio­na­to di qua­li­tà. Ho visto squa­dre orga­niz­za­te e ben mes­se in cam­po. Non me lo aspet­ta­vo ed è sta­to un impat­to posi­ti­vo. Pos­so dir­mi con­ten­to di misu­rar­mi con un cam­pio­na­to come la Secon­da Lega”.

E anco­ra: “Di alta clas­si­fi­ca abbia­mo sfi­da­to solo il Castel­lo. Mi ha col­pi­to per la qua­li­tà indi­vi­dua­le. Con loro abbia­mo dispu­ta­to, a mio avvi­so, la più bel­la par­ti­ta di que­sto fina­le di sta­gio­ne. Abbia­mo fat­to bene con­tro un’ot­ti­ma squa­dra e que­sto ci fa ben sperare”.

Che Mal­can­to­ne vedre­mo il pros­si­mo anno? “Bhè, la nostra ambi­zio­ne è quel­la di fare un cam­pio­na­to da pro­ta­go­ni­sti. Nel­la vita la sola cosa che mi fa pau­ra è la medio­cri­tà. Vive­re da zero a zero non fa par­te del­la mia men­ta­li­tà. Qui ho tro­va­to una socie­tà seria, ambi­zio­sa e strut­tu­ra­ta. Dare­mo bat­ta­glia a tut­ti per otte­ne­re i risul­ta­ti miglio­ri. Poi tut­te le squa­dre par­to­no per vin­ce­re il cam­pio­na­to e l’u­ni­co giu­di­ce sarà il campo”.

Sul mer­ca­to, Bet­ti­nel­li è chia­ro: “È un com­pi­to del­la socie­tà. Io alle­no e non fac­cio la cam­pa­gna acqui­sti. Con la socie­tà si sono valu­ta­te quel­le zone del cam­po dove inter­ve­ni­re per rin­for­za­re l’or­ga­ni­co. Fare­mo due/tre acqui­sti mira­ti per amplia­re la rosa in sen­so posi­ti­vo. Ser­vo­no pochi inne­sti per­ché il grup­po che ho visto è già affia­ta­to e competitivo”.

“La Sviz­ze­ra – con­clu­de – è la mia secon­da patria cal­ci­sti­ca. Qui mi tro­vo bene e mi pia­ce mol­tis­si­mo allenare”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: