StraordinAjla! P(r)onti a un nuovo futuro

Oggi, domenica 1 agosto, ricorre il 730 anniversario della Svizzera. Una ricorrenza importante e storica. Ed è, una volta di più, lo sport ad aver amplificato orgoglio e fierezza nel sfoggiare la bandiera rossocrociata. Perché la rappresentativa elvetica alle Olimpiadi di Tokyo continua a ben figurare e collezionare medaglie preziose.

La giornata di oggi è stata una turbina di emozioni che nel nostro piccolo Ticino sarà difficile dimenticare. Nel giro di poche ore, infatti, il nostro Cantone ha catalizzato l’attenzione degli amanti dello sport. Prima con uno stratosferico Noé Ponti (20 anni), medaglia di bronzo nei 100 metri a delfino. Poi con Ajla Del Ponte, che ha chiuso al quinto posto la finalissima nei 100 metri piani dietro a pochissimi centesimi dal podio.

Due risultati che, insieme agli ottimi piazzamenti negli altri sport, rendono il Natale della Patria ancora più bello, speranzoso e significativo. Chapeau Ajla, chapeau Noé! Chapeau Ticino!

RV

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: