Un giorno storico per il Someo. Domenica arriva l’Aarau. Il pres: “Ci godiamo la giornata”

Inter­vi­sta a Patrick Fel­der, pre­si­den­te FC Someo, a pochi gior­ni dal­la sfi­da di Cop­pa Sviz­ze­ra con­tro l’Aarau.

Pres, che par­ti­ta ti aspetti?

“Viste le 6 cate­go­rie di dif­fe­ren­za mi aspet­to ovvia­men­te una par­ti­ta a sen­so uni­co. Ho visto gio­ca­re l’Aa­rau in que­ste pri­me gior­na­te di cam­pio­na­to di Chal­len­ge rima­nen­do dav­ve­ro impres­sio­na­to. L’im­por­tan­te è in pri­mis non ave­re pau­ra ed entra­re bene in par­ti­ta, cer­can­do di con­te­ne­re il più pos­si­bi­le l’i­ni­zia­ti­va degli ospi­ti. Cono­scen­do le qua­li­tà e l’at­ti­tu­di­ne dei nostri ragaz­zi sono sicu­ro che nono­stan­te sul­la car­ta non c’è sto­ria riu­sci­ran­no comun­que a diver­tir­si e a fare anche una qual­che bel­la gio­ca­ta. Se abbia­mo qual­che pos­si­bi­li­tà di ren­der­ci peri­co­lo­si sarà sul­le pal­le fer­me, che andran­no quin­di sfrut­ta­te al massimo”.

Il tuo Someo, sul­la car­ta, sem­bra spac­cia­to. Qua­le risul­ta­to sod­di­sfe­reb­be la società?

“Il mio obiet­ti­vo è che gio­ca­to­ri, staff e tifo­si si ricor­de­ran­no a lun­go di que­sta gior­na­ta spe­cia­le, per quel­lo che suc­ce­de­rà in cam­po e fuo­ri. Dal 7 di luglio, gior­no del sor­teg­gio, pos­sia­mo dire che non pen­sia­mo ad altro. Ci stia­mo impe­gnan­do tan­tis­si­mo per orga­niz­za­re una bel­la festa e per non far man­ca­re nul­la ai pro­ta­go­ni­sti di que­sto even­to. Sono gior­ni mol­to inten­si e cari­chi di emo­zio­ne. Per­so­nal­men­te, nono­stan­te il gran­de cari­co di lavo­ro e un po’ di stress, me li sto goden­do il più pos­si­bi­le, visto che pro­ba­bil­men­te una cosa di que­sto tipo non mi capi­te­rà più”.

Sarà una gior­na­ta di sport e festa per il FC Someo. Ave­te pre­di­spo­sto un pro­gram­ma particolare?

“Sarà una gior­na­ta di festa non solo per il FC Someo ma per la tut­ta la Val­le­mag­gia. A cau­sa del­le attua­li restri­zio­ni ci sia­mo con­cen­tra­ti su poche cose, con lo sco­po di far­le bene e garan­ti­re la mas­si­ma sicu­rez­za per tut­ti. Duran­te la par­ti­ta saran­no aper­te 3 buvet­te e dopo il match sarà pos­si­bi­le man­gia­re un otti­mo risot­to, cuci­na­to dal team cam­pio­ne tici­ne­se in cari­ca per quan­to riguar­da que­sta spe­cia­li­tà. La meteo sem­bra esse­re dal­la nostra par­te, la bir­ra è al fre­sco e la cor­ni­ce del­la Pine­ta ren­de­rà il tut­to magico”.

Ammet­tia­mo che i tifo­si del­l’Aa­rau doves­se­ro leg­ge­re l’in­ter­vi­sta, cosa devo­no aspet­tar­si dal Someo?

“Spe­ro per­ce­pi­sca­no il gran­de impe­gno che stia­mo met­ten­do nel­l’or­ga­niz­za­zio­ne di que­sto even­to e l’u­mil­tà e il rispet­to con il qua­le i nostri ragaz­zi andran­no in cam­po. Oltre a far cono­sce­re il FC Someo al resto del­la Sviz­ze­ra spe­ria­mo di aver dato un po’ di visi­bi­li­tà alla nostra bel­la val­le. Mi augu­ro che i tifo­si al segui­to del­l’Aa­rau (dovreb­be­ro esse­re alme­no 100) tor­ne­ran­no a casa con un bel ricor­do del­la nostra acco­glien­za e del nostro territorio”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: