Chiasso, il poker nel mirino. Raineri: “Sappiamo soffrire e far soffrire”

CHIASSO – Alla ricer­ca del poker. Il Chias­so di Bal­do Rai­ne­ri ha ini­zia­to nel miglio­re dei modi – alme­no sot­to il pro­fi­lo dei risul­ta­ti – la sta­gio­ne 2021–2022. I ros­so­blù han­no dap­pri­ma vin­to e con­vin­to all’e­sor­dio in Pri­ma Lega Pro­mo­tion, poi – con qual­che pate­ma – han­no supe­ra­to il pri­mo tur­no di Cop­pa Sviz­ze­ra e mer­co­le­dì han­no pie­ga­to per 2–1 il Bel­lin­zo­na. Un ruo­li­no di mar­cia che, dal­le par­ti del Riva IV, non si vede­va da un pez­zo e che capi­tan Mac­cop­pi e com­pa­gni sono inten­zio­na­ti a mantenere.

Calcio d’agosto, non ti conosco

Vin­ce­re aiu­ta a vin­ce­re. Il popo­la­re det­to del cal­cio vie­ne ripe­tu­to come un man­tra incon­scio nel­la men­te dei gio­ca­to­ri del Chias­so. Ma biso­gna andar­ci pia­no con l’eu­fo­ria. “Cal­cio d’a­go­sto, non ti cono­sco”, ripe­te inve­ce Bal­do Rai­ne­ri, con­sa­pe­vo­le che pri­ma di dare giu­di­zi a 360° biso­gna atten­de­re ancora.

“Chi ben comincia.…”

Ma ‘Bal­do’ non può che esse­re sod­di­sfat­to di quan­to fat­to vede­re dai suoi: “Si dice che ci ben comin­cia è a metà del­l’o­pe­ra. Ecco, noi sia­mo feli­ci di esse­re par­ti­ti bene, ma c’è anco­ra mol­to da lavo­ra­re. Sia­mo solo all’i­ni­zio”, dice l’al­le­na­to­re ros­so­blù a Laborsport.

“Affronteremo una squadra organizzata”

Dome­ni­ca, il Chias­so sarà ospi­te del­lo Young Boys U21 tar­ga­to Ales­san­dro Man­giar­rat­ti, già ex alle­na­to­re e gio­ca­to­re dei momò. “Non sarà una sfi­da faci­le – con­ti­nua Rai­ne­ri –. Dob­bia­mo cer­ca­re di dare il mas­si­mo per scon­fig­ge­re una squa­dra organizzata”.

Soffrire e far soffrire

E oltre al decan­ta­to spi­ri­to offen­si­vo, al Chias­so non dovrà man­ca­re ‘la bava alla boc­ca’, quel­la che ha per­mes­so di scon­fig­ge­re il Bel­lin­zo­na pur sen­za bril­la­re este­ti­ca­men­te. Il Chias­so sa sof­fri­re e sa far sof­fri­re. “Quel­lo che dici – com­men­ta – è giu­sto. Que­sto Chias­so sa sof­fri­re e sa far soffrire”.

“Nivokazi l’abbiamo voluto fortemente”

Infi­ne, Bal­do par­la di Rilind Nivo­ka­zi, l’at­tac­can­te koso­va­ro di cui ne ha par­la­to bene anche Zeman, uno che di attac­can­ti se ne inten­de. “Se è da noi, vuol dire che lo abbia­mo volu­to. Il diret­to­re e lo staff l’han­no visio­na­to a lun­go e sia­mo con­vin­ti che è il gio­ca­to­re che fa per noi”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: